DOMENICA 26 GENNAIO 2020, 12:24, IN TERRIS

ANGELUS

"Fidiamoci della parola di Cristo che cambia il mondo e i cuori"

Nei saluti, il Papa ha ricordato l'anniversario della liberazione del campo di sterminio di Auschwitz-Birkenau

MILENA CASTIGLI
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Papa Francesco all'Angelus
Papa Francesco all'Angelus
D

opo la Santa Messa celebrata nella Basilica di San Pietro in occasione della prima domenica della Parola di Dio, Papa Francesco all’Angelus si sofferma sul Vangelo di oggi, incentrato sull’inizio della missione pubblica di Gesù.


L'Angelus

"Cari fratellie  sorelle, buongiorno. Il Vangelo di oggi ci presenta l'inizio della missione pubblica di Gesù. Questo avvenne in Galilea, una terra di periferia, rispetto a gerusalemme, guardata con sospetto per la mescolanza con i pagani. Da quella regione non ci si aspettava  nulla di nuovo e di buono. Invece, proprio lì Gesù che era cresciuto a Nazareth di Galilea incomincia la sua predicazione. Egli proclama il nucleo centrale della sua missione sintetizzatoo nell'appello "Convertitevi, perché il Regno dei Cieli è vicino". Questo annuncio, sottolinea il Papa, “è come un potente fascio di luce che attraversa le tenebre”. “Con la venuta di Gesù, luce del mondo - aggiunge il Pontefice - Dio Padre ha mostrato all’umanità la sua vicinanza e amicizia”, donate “gratuitamente al di là dei nostri meriti”. Sono questi, spiega il Santo Padre, doni da custodie. "Tante volte risulta impossibile cambiare vita, abbandonare la strada dell’egoismo, del male e del peccato perché si incentra l’impegno di conversione solo su sé stessi e sulle proprie forze, e non su Cristo e il suo Spirito. Ma la nostra adesione al Signore non può ridursi ad uno sforzo personale; deve invece esprimersi in un’apertura fiduciosa del cuore e della mente per accogliere la Buona Notizia di Gesù. È questa la Parola di Gesù, la Buona Notizia di Gesù, il Vangelo che cambia il mondo e i cuori! Siamo chiamati, pertanto, a fidarci della parola di Cristo, ad aprirci alla misericordia del Padre e lasciarci trasformare dalla grazia dello Spirto Santo". Da qui comincia “un vero percorso di conversione. Proprio come è capitato ai primi discepoli". "L’incontro con il Maestro divino, col suo sguardo, con la sua parola - ha spiegato Bergoglio - ha dato loro la spinta a seguirlo, a cambiare vita mettendosi concretamente al servizio del Regno di Dio. La parola di Gesù è giunta fino a noi, perché ci sono stati questi uomini, semplici pescatori, che hanno lasciato le loro reti e gli hanno risposto “sì”. Il Vangelo di oggi ce li presenta 'lungo il mare di Galilea', un territorio di frontiera. Anche loro, come Gesù, si trovano bene in frontiera, quasi mescolandosi ai pagani, per essere luce e annunciare a tutti la vera liberazione, quella portata da Cristo". In conclusione, il richiamo alla missione universale ("cattolica", appunto) della Chiesa: "Tutti - sottolinea Francesco - sono chiamati ad essere messaggeri della Parola di Dio. L’incontro sorprendente e decisivo con Gesù ha dato inizio al cammino dei discepoli, trasformandoli in annunciatori e testimoni dell’amore di Dio verso il suo popolo. Ad imitazione di questi primi araldi e messaggeri della Parola di Dio - conclude il Pontefice - ciascuno di noi possa muovere i passi sulle orme del Salvatore, per offrire speranza a quanti ne sono assetati".


I saluti

"Oggi per la prima volta celebriamo la Domenica della Parola di Dio - ha esordito il Papa dopo la preghiera in latino dell'Angelus - istituita per celebrare ed accogliere sempre meglio il dono che Dio ha fatto e quotidianamente fa della Sua Parola al suo popolo. ringrazio le diocesi, ringrazio le comunità che hanno proposto iniziative per richiamare la centralità della Sacra Scrittura nella vita della Chiesa". Dopo, Papa Francesco ha ricordato che domani si celebrerà il 75esimo anniversario della liberazione del campo di sterminio di Auschwitz-Birkenau, simbolo della Shoah. “Davanti a questa immane tragedia – ha affermato il Pontefice - non è ammissibile l’indifferenza ed è doverosa la memoria. Domani siamo tutti invitati a fare un momento di preghiera e di raccoglimento, dicendo ciascuno nel proprio cuore: mai più. Mai più", ha rimarcato. Una parola anche ai malati di lebbra e alle persone impegnate nel curarla, nella 67esima “Giornata mondiale dei malati di lebbra”, incentrata quest'anno sul tema "Mai più ingiustizie, discriminazioni, lebbre nel mondo". Non poteva mancare l'accenno alla Cina, il Pontefice ha espresso la propria vicinanza alle persone malate a causa del virus: "Il Signore - ha detto - accolga i defunti nella sua pace, conforti le famiglie e sostenga il grande impegno della comunità cinese già messo in atto per combattere l’epidemia". Infine, Francesco ha salutato i ragazzi e le ragazze dell’Azione Cattolica, delle parrocchie e delle scuole cattoliche della Diocesi di Roma venuti numerosi al termine della "Carovana della Pace" e ha fatto leggere a una di loro, dalla finestra papale, un messaggio a conclusione dell'esperienza della Carovana.

Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
La Diamond Princess
CORONAVIRUS

Giappone: iniziato lo sbarco della Diamond Princess

E' partito l'aereo che porta il personale sanitario a Yokohama per soccorrere gli italiani
Pereira Carlos Alberto Salazar
OPERAZIONE ANTIDROGA

Colombia, catturato il "Pablo Escobar" dell'eroina

Sul trafficante di droga pende una richiesta di estradizione dagli Stati Uniti
Giuseppe Conte e Matteo Renzi
GOVERNO

Conte-Renzi, sfida ad alta tensione

Accordo sulla prescrizione ma l'estenuante giornata in Senato ha assestato un altro colpo alla maggioranza
Dia
IL BLITZ

Mafia, arrestato il fratello della vedova Schifani

Giuseppe Costa è accusato di associazione mafiosa nell'ambito dell'inchiesta sul clan dell'Arenella. Suo...
MODENA

Tre ragazzi lanciano sassi contro un treno: 14enne indagato

La Procura sta procedendo per attentato alla sicurezza dei trasporti e getto pericoloso di cose
Il cardinale, Christian Wiyghan Tumi, parla con il leader d'opposizione del Camerun, John Fru Ndi, durante la cerimonia di apertura del piano di dialogo nazionale a Yaounde il 30 settembre 2019 - Foto © AFP
AFRICA

Don Forka, il prete che accusa il suo governo di genocidio

Il sacerdote ha scelto YouTube per denunciare il massacro nelle regioni anglofone del Camerun
La Diamond Princess
L'EPIDEMIA

Diamond Princess, un italiano positivo al Coronavirus

Mille sbarcati dalla Westerdam senza quarantena: tra loro 1 infetto e 5 italiani, individuati in Cambogia
Flavio Bucci nei panni di don Bastiano ne
IL LUTTO

E' morto Flavio Bucci, il don Bastiano di Monicelli

L'attore torinese è deceduto nella sua casa di Passoscuro a 72 anni. Quasi cinquant'anni di carriera fra cinema,...
Liliana Segre
LA TESTIMONIANZA

Liliana Segre, laurea honoris causa alla Sapienza

La senatrice inaugura l'Anno accademico e riceve il titolo in Storia dell'Europa: "Conoscere è...
CONFLITTO

Siria, inventa un gioco per distrarre la figlia dalle bombe

Il video è virale. Le Nazioni Unite sugli attacchi: "Abbiamo raggiunto un livello orribile"
Il prof. Giovanni Rocchi
ROMA

Oggi i funerali del fondatore di "medicina solidale"

Giovanni Rocchi espresse "il carattere più autentico della medicina". Il cordoglio dell'Univ. di Tor...
POLITICA

Milleproroghe, chiesta fiducia. Incognita decreto sicurezza

Palazzo Chigi lavora a riscrivere il decreto. Ma la vera sfida è mettere tutti d'accordo
L'imprenditore e filantropo Osman Kavala
TURCHIA

Gezi Park, il filantropo Kavala rischia l'ergaastolo

In detenzione preventiva, Kavala è accusato di aver tentato di rovesciare il governo di Erdogan
GERMANIA

Roettgen si candida alla guida del Cdu

Fino ad ora si era sempre parlato di tre candidati: l'avvocato finanziario Friedrich Merz, il ministro della Salute Jens...
Agenti della Dia di Palermo e, nel riquadro, Nino Agostino
PALERMO

Arrestato il boss Gaetano Scotto

Indagato anche per l’omicidio del poliziotto Nino Agostino e della moglie
Guardia di Finanza
BRESCIA

Maxi frode fiscale: 22 arresti

Sgominata dalla GdF un'associazione per delinquere transnazionale