MARTEDÌ 22 SETTEMBRE 2015, 10:50, IN TERRIS

WWF, NEGLI ULTIMI 50 ANNI LE ALPI HANNO PERSO IL 40% DEL GHIACCIO

Con l'ultimo rapporto l'associazione ambientalistica riporta l'attenzione verso il surriscaldamento terrestre e il discioglimento dei “poli freddi” del pianeta

REDAZIONE
WWF, NEGLI ULTIMI 50 ANNI LE ALPI HANNO PERSO IL 40% DEL GHIACCIO
WWF, NEGLI ULTIMI 50 ANNI LE ALPI HANNO PERSO IL 40% DEL GHIACCIO
I cambiamenti climatici e il surriscaldamento del pianeta sono un problema che in questo secolo il genere umano si troverà costretto ad affrontare, non come ipotesi remota ma come vera e propria emergenza. Da anni gli scienziati di tutto il mondo concordano sulla necessità di intervenire a riguardo, e secondo il rapporto “Ghiaccio Bollente” rilasciato oggi dal WWF, è necessario farlo subito.

La calotta artica si sta riducendo ad un ritmo decennale tra il 3.5 e il 4.1%, se il trend dovesse continuare entro la prima metà di questo secolo il polo nord potrebbe essere completamente privo di ghiacci durante i mesi estivi, decretando l'estinzione di molti animali come gli orsi polari. Anche in Antartide la situazione non è migliore, la temperatura nel continente è aumentata di circa 3°C negli ultimi 50 anni, facendo ritirare bel l'87% dei suoi ghiacciai. Lo scioglimento potrebbe portare ad un innalzamento del livello dei mari fino a 98 centimetri entro il 2100, costringendo il maggior parte degli esseri umani alla migrazione (attualmente circa il 60% della popolazione vive in aree costiere).

Ma la vera emergenza viene dal “terzo polo freddo” del pianeta, il ghiaccio accumulato sulle cime montuose di tutto il mondo che solo nelle nostre Alpi si è ridotto da 519 km2 nel 1962 a 368 km2 nel 2014, circa il 40% in meno. Le riserve alpine rappresentano la più importante fonte idrica nei mesi estivi e sono fondamentali per agricoltura e industria. Secondo il WWF circa 2 miliardi di persone in Asia, soffriranno per la perdita dei ghiacci himalayani che forniscono alla sola India circa il 65% delle acque necessarie per le coltivazioni.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Corte costituzionale
LEGGE ELETTORALE

Rosatellum, la Corte costituzionale boccia i ricorsi

Palazzo della Consulta giudica "inammissibili i conflitti di attribuzione tra poteri dello Stato
L'esondazione dell'Enza a Lentigione (ph Reggionline)
MALTEMPO

Esonda la Parma, allagata la Reggia di Colorno

Trovato senza vita sotto una valanga l'ex sindaco di Vogogna
Il Presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni
GENTILONI

"Il mancato accordo su Brexit è un pericolo per la Ue"

L'intervento del Premier al Senato in vista del prossimo Consiglio europeo di Bruxelles
Polizia di Stato
ASTI

Sequestrata e abusata per 24 ore: arrestati due tunisini

Polizia libera la donna trentenne. Indagato in concorso un terzo tunisino
La Reggia di Caserta
CROLLO NELLA SALA DELLE DAME

Reggia di Caserta: al via controlli intonaci e restauro soffitti

Il restauro del soffitto danneggiato dovrebbe essere ultimato entro al fine di gennaio 2018
La chiesa di San Giorgio restaurata
PIANA DI NINIVE

Riconsacrata la chiesa di Tellskuf

Profanata e semidistrutta dall'Isis, è stata restaurata con i soldi raccolti da Acs
New York, il capolinea attaccato
ATTACCO A NEW YORK

Arriva la condanna del Bangladesh

Dacca: "Tolleranza zero con i terroristi". Ullah era giunto negli Usa nel 2011
La Bibbia su smartphone
GERMANIA

In un'App la nuova traduzione della Bibbia

La versione in tedesco della Sacra Scrittura è gratuita per iOs e Android