DOMENICA 19 APRILE 2015, 004:00, IN TERRIS

USA A RISCHIO DISASTRO AMBIENTALE: 110MILA LITRI DI NAFTA NEL FIUME MISSISSIPPI

E’ fuoriuscita da un oleodotto di Phillips 66, azienda petrolifera degli USA con quartier generale in Texas

STEFANO CICCHINI
USA A RISCHIO DISASTRO AMBIENTALE: 110MILA LITRI DI NAFTA NEL FIUME MISSISSIPPI
USA A RISCHIO DISASTRO AMBIENTALE: 110MILA LITRI DI NAFTA NEL FIUME MISSISSIPPI
Grave incidente ambientale in Illinois. Un tratto del fiume Mississippi è stato isolato a causa della fuoriuscita di oltre 110mila litri di nafta da un oleodotto di “Phillips 66”, importante azienda petrolifera degli USA con quartier generale nel Texas. Lo ha reso noto la Guardia Costiera. Il Mississippi, maggiore corso d’acqua dell’America settentrionale, attraversa la parte centrale degli Stati Uniti, nascendo nel nord del Minnesota e sfociando nel Golfo del Messico dopo una corsa di 3.780 chilometri. La parte interessata dallo sversamento di gasolio, giunto al fiume tramite il canale Cahokia, è di 56 chilometri ed è prossima al terminal della società nella cittadina di Hartford. Al momento non sono chiari né i motivi che hanno determinato la perdita né la data di riapertura del tratto di Mississippi.

Melissa Erker, portavoce di Phillips 66, ha detto che il carburante è stato avvistato nel canale venerdì, attorno alle 8.45; immediatamente l’oleodotto è stato chiuso ed entro le 10 la perdita si era arrestata. Kim Biggs, dell’Illinois Environmental Protection Agency, invece, non ha confermato la quantità di carburante finita nel fiume e ha dichiarato di non sapere quando la perdita è iniziata e si è interrotta. La compagnia, inoltre, ha spiegato di aver incaricato delle squadre di emergenza, intervenute anche per impedire che altre sostanze potessero raggiungere il fiume. Il colosso petrolifero texano è al sesto posto nella lista delle prima 500 società statunitensi secondo Fortune: nel 2014 ha fatturato 161 miliardi di dollari (-4,9% rispetto al 2013) e ha avuto profitti per 3,7 miliardi (-9,7%).
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Il logo di Confindustria
CONFINDUSTRIA

"Il Pil cresce, Italia al bivio dopo il voto"

Il Centro studi rivede al rialzo le stime del 2018 ma avverte: "C'è il rischio arretramento"
Dia
CAMORRA

Arrestate quattro donne nel napoletano

L'indizio nei loro confronti è di delitto di ricettazione aggravata
Donna abusata

Stupri: chi non condanna è complice

Un nuovo efferato stupro ai danni di una donna italiana. Legata con filo telefonico, è stata violentata ad Asti...
Rex Tillerson
CRISI COREANA

Tillerson apre a Pyongyang

Il segretario di Stato: "Disponibili a colloqui ma serve un periodo di tranquillità"
IMPRESA SFIORATA

Pordenone eroico: all'Inter servono i rigori

Nerazzurri bloccati sullo 0-0 ma ai quarti dopo i penalty. Gli ospiti di Serie C colpiscono anche un palo
Masiello esulta dopo il gol-vittoria
CALCIO | SERIE A

Genoa, Marassi stregato: l'Atalanta passa 1-2

Ilicic e Masiello ribaltano Bertolacci. Altro k.o. interno per il Grifone, il primo per Ballardini.
Corte costituzionale
LEGGE ELETTORALE

Rosatellum, la Corte costituzionale boccia i ricorsi

Palazzo della Consulta giudica "inammissibili i conflitti di attribuzione tra poteri dello Stato
Ryanair
LA MOBILITAZIONE

Ryanair, altolà ai dipendenti: "Sanzioni se scioperate"

Lettera del capo del personale ai piloti italiani: "Attenetevi ai turni previsti"