MARTEDÌ 23 GIUGNO 2015, 16:30, IN TERRIS

USA A CORTO DI NAVI: MARINES A BORDO DI UNITA' ITALIANE

I militari verranno impiegati sulle imbarcazioni di vari Paesi Nato, ma è l'Italia che ne ha il maggior numero

CLAUDIA GENNARI
USA A CORTO DI NAVI: MARINES A BORDO DI UNITA' ITALIANE
USA A CORTO DI NAVI: MARINES A BORDO DI UNITA' ITALIANE
Sembra proprio che il glorioso corpo dei Marines non se la stia passando al meglio. La Marina americana infatti sarebbe a corto di navi anfibie: ne ha 30 ma gliene servono altre 8 che non saranno pronte prima del 2028, per consentire rapidi interventi dei Marine nelle zone calde del pianeta. Allora si sta valutando la possibilità di scherare fino a 120 uomini e 3-4 convertiplani (velivoli bimotori che decollano come elicotteri e volano come aeroplani) Osprey V22 su navi da guerra di Paesi alleati, tra cui le partaeromobili della Marina militare italiana.

La motivazione è presto trovata: gli Usa mettono davanti la scusa di scongiurare errori come il mancato intervento a Bengasi, che vide l’11 settembre del 2012 l’assalto del consolato Usa e l’uccisione dell’ambasciatore Chris Stevens.  Questo è quanto riferisce il quotidiano Usa Today, aggiungendo che il Pentagono sta prendendo in considerazione anche davi spagnole, britanniche e francesi. Ma al momento è proprio l’Italia il Paese Nato che sulla carta ha il maggior numero di unità in grado di ospitare i Marine: si tratta delle navi d’assalto anfibio San Giorgio, San Marco e San Giusto, oltre alle due portaerei Giuseppe Garibaldi e Cavour.

La Gran Bretagna, priva di portaerei, ha tre navi da attacco anfibio, la Francia ha una grande portaerei a propulsione nucleare, la Charles de Gaulle, e tre navi d’assalto anfibio classe Mistral. La Spagna ha una nave d’assalto anfibio , Juan Carlo I, e due unità da trasporto anfibio, la Galicia e Castilla, mentre non ha più la portaerei Prencipe delle Asturie.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
IMPRESA SFIORATA

Pordenone eroico: all'Inter servono i rigori

Nerazzurri bloccati sullo 0-0 ma ai quarti dopo i penalty. Gli ospiti di Serie C colpiscono anche un palo
Masiello esulta dopo il gol-vittoria
CALCIO | SERIE A

Genoa, Marassi stregato: l'Atalanta passa 1-2

Ilicic e Masiello ribaltano Bertolacci. Altro k.o. interno per il Grifone, il primo per Ballardini.
Corte costituzionale
LEGGE ELETTORALE

Rosatellum, la Corte costituzionale boccia i ricorsi

Palazzo della Consulta giudica "inammissibili i conflitti di attribuzione tra poteri dello Stato
L'esondazione dell'Enza a Lentigione (ph Reggionline)
MALTEMPO

Esonda la Parma, allagata la Reggia di Colorno

Trovato senza vita sotto una valanga l'ex sindaco di Vogogna
Il Presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni
GENTILONI

"Il mancato accordo su Brexit è un pericolo per la Ue"

L'intervento del Premier al Senato in vista del prossimo Consiglio europeo di Bruxelles
Polizia di Stato
ASTI

Sequestrata e abusata per 24 ore: arrestati due tunisini

Polizia libera la donna trentenne. Indagato in concorso un terzo tunisino
La Reggia di Caserta
CROLLO NELLA SALA DELLE DAME

Reggia di Caserta: al via controlli intonaci e restauro soffitti

Il restauro del soffitto danneggiato dovrebbe essere ultimato entro al fine di gennaio 2018
Il Papa con alcuni migranti
CONVEGNO

Chiese unite contro la xenofobia

Da domani vertice ecumenico in Vaticano