MARTEDÌ 08 SETTEMBRE 2015, 13:00, IN TERRIS

UN'ISOLA CHIAMATA AYLAN ACCOGLIERA' I PROFUGHI DEL MEDITERRANEO

la richiesta di acquisto a Italia e Grecia è stata fatta dal magnate egiziano Naguib Sawirsi

DANIELE VICE
UN'ISOLA CHIAMATA AYLAN ACCOGLIERA' I PROFUGHI DEL MEDITERRANEO
UN'ISOLA CHIAMATA AYLAN ACCOGLIERA' I PROFUGHI DEL MEDITERRANEO
Il magnate egiziano Naguib Sawirsi ha annunciato di voler acquistare un'isola deserta nel mar Mediterraneo per trasformarla in un luogo di accoglienza per i migranti che fuggono dalle guerre, dal terrorismo e delle devastazioni del Medio Oriente e del continente africano. Secondo quanto riportano i media egiziani, il ricchissimo uomo d'affari presidente esecutivo di Orsacom Telecom Holding (operatore leader a livello mondiale nel settore delle telecomunicazioni) ha rivelato nei giorni scorsi in alcune interviste televisive che l'idea è nata per via dell'impressione provocata in lui dal continuo ripetersi delle tragedie legate all'esodo dei migranti che tentano di raggiungere l'Europa.

Nelle ultime ore Sawiris ha ribadito la serietà del proposito, e sul suo profilo twitter ha anche espresso l'intenzione di chiamare l'isola "Aylan", il bambino siriano di due anni morto sulla costa turca, divenuto in pochissimo tempo il simbolo di tutte le vittime provocate dai viaggi compiuti sui barconi. Sawiris ha specificato che la richiesta d'acquisto di un'isola deserta è stata inoltrata ufficialmente ai governi di Grecia e Italia. L'egiziano ha anche stabilito il costo: una cifra che si aggira tra i "10 e i 100 milioni di dollari, ma il tema più importante sarà l'investimento per le infrastrutture". Secondo l'uomo d'affari copto, i migranti potrebbero essere accolti in un primo momento in centri temporanei, per poi trovare lavoro nella costruzione di case, scuole e ospedali
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Il museo Must di Vimercate
MOSTRA

"Il Segno del '900": da Cezanne a Picasso, da Kandinskij a Fontana

Dal 16 dicembre 2017 all'11 marzo 2018 presso il Museo del territorio di Vimercate (MB)
Lo Sferisterio di Macerata
MACERATA OPERA FESTIVAL

Il Mof si tinge di "verde speranza"

Le opere: Flauto magico, Elisir d'Amore e Traviata degli specchi
Il luogo dell'esplosione
PRATI

Molotov contro un commissariato Ps

La bottiglia incendiaria ha colpito un vecchio furgone della polizia. Indagini in corso
INDONESIA

Sisma di 6.5 a Giava: morti e crolli

L'epicentro a 92 km dalla superficie: panico e gente in strada. Non è ancora chiara l'entità dei danni
No Tav da Eataly - © Il Giornale
MILANO

Assalto No Tav contro Eataly

50 attivisti spintonano i camerieri e urlano: "Studiare e lavorare è un ricatto"
Cristiani perseguitati
GERMANIA

Cattolici e protestanti contro i nazionalismi

Presentato a Berlino il rapporto ecumenico sulla libertà religiosa dei cristiani nel mondo