LUNEDÌ 13 APRILE 2015, 18:42, IN TERRIS

UNICEF: IN NIGERIA 800MILA BAMBINI IN FUGA DA BOKO HARAM

Il rapporto "Missing Childhoods" rivela che i bambini sono stati costretti ad abbandonare le loro case a causa del conflitto fra i terroristi, le forze militari e i gruppi di autodifesa civile

DON MARCO MONDELCI
UNICEF: IN NIGERIA 800MILA BAMBINI IN FUGA DA BOKO HARAM
UNICEF: IN NIGERIA 800MILA BAMBINI IN FUGA DA BOKO HARAM
Ad appena un anno dal rapimento delle ragazze di Chibok, Unicef pubblica il rapporto "Missing Childhoods" dove sottolinea come il conflitto in Nigeria sia diventato un tributo insopportabile. Circa 800 mila bambini sono stati infatti costretti ad abbandonare le loro case per il conflitto nel nord-est del paese fra Boko Haram, le forze militari e i gruppi di autodifesa civile. Il numero dei giovanissimi in fuga, attraverso il confine con Ciad, Niger e Camerun è più che raddoppiato in meno di un anno. I minori vengono utilizzati da Boko Haram come combattenti, cuochi, facchini e vedette. Le donne giovani e le ragazze sono sottoposte a matrimoni forzati, obbligate a lavorare e a subire violenze di ogni tipo. Il rapporto inoltre sottolinea come studenti e insegnati siano stati deliberatamente presi di mira. Dalla fine del 2014 sono state oltre 300 le scuole danneggiate o distrutte, mentre sono stati uccisi almeno 196 insegnanti e 314 studenti.

"Il rapimento di oltre 200 studentesse a Chibok è solo una delle tragedie infinite replicate in una dimensione ancora più imponente in Nigeria e nella regione. Decine di ragazze e ragazzi sono scomparsi in Nigeria, rapiti, reclutati da gruppi armati, attaccati, utilizzati come armi, o costretti a fuggire dalla violenza. Hanno il diritto di riavere la loro infanzia", afferma Manuel Fontaine, direttore regionale Unicef per l'Africa occidentale e centrale.

In una nota l’Unicef fa sapere di aver intensificato la sua risposta umanitaria esortando i donatori internazionali ad aumentare il loro sostegno finanziario alle attività di soccorso dal momento che l’organizzazione deve far fronte a una grave mancanza di fondi. Negli ultimi sei mesi ha fornito sostegno psicologico ad oltre 60mila minori vittime del conflitto in Nigeria, Niger, Camerun e Ciad per aiutarli ad alleviare il dolore dei ricordi, ridurre lo stress e far fronte al trauma. Inoltre con i partner l’Unicef lavora al rifornimento di acqua potabile e servizi sanitari salvavita. Importante poi l’opera in corso per ripristinare l’accesso all’istruzione e la creazioni di spazi temporanei di apprendimento. Non mancano poi le terapie per i bambini malnutriti. Per richiamare l’attenzione sull’impatto devastante del conflitto sui bambini Unicef ha adottato l’hashtag #bringbackourchildhood. L’organizzazione usa Snapchat, una piattaforma social in cui i messaggi spariscono, proprio per evidenziare la situazione di centinaia di migliaia di bambini che hanno perso la loro infanzia a causa del conflitto.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Banca Etruria
BANCA ETRURIA

Consob: "Taciute criticità ai risparmiatori"

Il vice dg della Consob Giuseppe D'Agostino in audizione alla commissione d'inchiesta sulle banche
LINKIN PARK

"One More Light Live", l'album in cui rivive Chester

Il 15 dicembre esce la nuova raccolta dedicata al cantante scomparso
Silvio Berlusconi
ENDORSEMENT A GENTILONI

Botta e risposta fra Lega e Berlusconi

Il Carroccio: "Non tradiremo gli elettori". La replica dell'ex Cav: "Lo prevede la Costituzione"
La navetta Soyuz
MISSIONE VITA

Rientrata la Soyuz con a bordo Paolo Nespoli

La navetta è atterrata nella steppa del Kazakistan dopo 139 giorni nello spazio
Valeria Fedeli

La ministra

La ministra dell'Istruzione, in un'intervista al ‘Mattino’ di Napoli, ha annunciato che...
Jorge Glas
CASO ODEBRECHT

Condannato il vicepresidente dell'Ecuador

Sei anni a Jorge Glas, già sospeso dalle funzioni: avrebbe intascato 14 milioni di dollari in tangenti
VITERBO

Anziani coniugi trovati morti in casa

La coppia era stata avvolta nel cellophane. Ricercato il figlio che viveva con loro
COPPA ITALIA

Fiorentina e Milan, tris per i quarti

Stese Samp e Verona (3-2 e 3-0): derby al prossimo turno per Gattuso. Forte contestazione a Donnarumma