Una donna a capo dei Paesi francofoni

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:48

Fiocco rosa per l’elezione del nuovo segretario generale dell’Organizzazione internazionale della francofonia, si tratta della giornalista e intellettuale Michaëlle Jean. E’ la prima volta che l’incarico come responsabile dell’Oif viene conferito ad una donna, ed è avvenuto il 30 novembre nel corso del vertice di Dakar. La Jean di origine haitiana naturalizzata canadese, è stata governatore generale del Canada. Diversi i motivi che rendono questa scelta insolita: in primo luogo perché si tratta di una donna e in seconda istanza perché la nuova guida viene dal nord America, ed è la prima volta che l’Oif non viene diretto da un africano.

La ex giornalista, che ora ha 57 anni, è molto amata soprattutto per la sua capacità di mediare diverse culture e comunità, ma non tutti apprezzano il suo operato, come per esempio in Canada dove alcuni politici non le perdonano di aver rappresentato gli interessi della regina d’Inghilterra, servendo come Governatore Generale. Nonostante alcune antipatie, la maggioranza della popolazione ha elogiato la sua professionalità, il suo equilibrio e la sua capacità comunicativa. oggi la sua elezione provoca ancora alcune divisioni tra chi ha fiducia nell’haitiana Michaëlle e chi invece, si è dimostrato avveso, come molti capi di Stato presenti al summit della francofonia, che avrebbero voluto che la carica restasse nelle mani di un africano.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.