Un virus spione attacca la Apple

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:45

C’è in circolazione una nuova minaccia per gli appassionati della Apple: un malware in grado di rubare informazioni da sistemi iOS e dipositivi dell’azienda di Cupertino. Trend Micro, leader mondiale per la protezione dati in internet e per la sicurezza nel cloud, ha svelato l’esistenza dell’Operazione Pawn Storm, spauracchio telematico che prende di mira i dispositivi tecnologici di giornalisti e attivisti in qualche modo coivolti con il conflitto in Ucraina. Si sospetta che la matrice dell’attacco sia probabilmente russa.

Al centro dell’operazione c’è una nuova versione XAgent, virus inizialmente programmato per colpire Pc Windows e ora convertito anche oer iOS, senza perdere minimamente la capacità di fare danni. Il malware è in grado di “spiare” le nostre azioni on-line: cattura contenuti multimediali, testuali, video e audio per spedirli su un server remoto. Ma può anche registrare in autonomia le conversazioni, raccogliere i dati di geolocalizzazione e conoscere lo stato del wi-fi.

Ad essere colpiti più facilmente i dispositivi sbloccati tramite jailbreak, ovvero che consentono l’istallazione di programmi non firmati, anche se con minor danni, sono sotto attacco anche i terminali ordinari. Per tranquillizzare: chi scarica solo dall’Apple Store originale non sarebbe a rischio, infatti lo spyware sfrutta il sistema di provisioning, che consente a aziende e sviluppatori di distribuire applicazioni a una cerchia ristretta di utenti senza passare dal negozio telematico. Il sistema operativo preferito da XAgent è iOS7, installato sul 25% dei gadget totali, su cui il malware è in grado di resistere ai reboot e alla chiusura da parte dell’utente.

 

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.