LUNEDÌ 25 LUGLIO 2016, 000:05, IN TERRIS

TUNISIA, 59 ANNI FA LA FINE DELLA MONARCHIA E LA PROCLAMAZIONE DELLA REPUBBLICA

REDAZIONE
TUNISIA, 59 ANNI FA LA FINE DELLA MONARCHIA E LA PROCLAMAZIONE DELLA REPUBBLICA
TUNISIA, 59 ANNI FA LA FINE DELLA MONARCHIA E LA PROCLAMAZIONE DELLA REPUBBLICA
Come ogni anno, la Tunisia si prepara a celebrare l'anniversario della proclamazione della Repubblica. Era il 25 luglio 1957, infatti, quando nel Paese fu proclamata la fine della monarchia e l'Assemblea Costituente dichiarò decaduta la dinastia Husaynide. Si elesse, quindi, un consiglio costituzionale che attribuì a Bourguiba - politico tunisino di origine berbera, leader della lotta per l'indipendenza e fondatore della Tunisia moderna - le funzioni di Presidente della Repubblica. Il 1º giugno 1959 venne adottata la prima Costituzione repubblicana, che confermò la natura laica dello Stato. Preceduta in primavera dalle prime elezioni municipali, l'8 novembre si tennero, unitamente a quelle parlamentari, le prime elezioni presidenziali e venne eletto Bourguiba, unico candidato.

Il 7 novembre 1987 il generale Zine El-Abidine Ben Ali, Primo ministro dal 1º ottobre, depose il presidente Bourguiba per senilità con un colpo di Stato "medico". Il generale costruì,però, un regime autoritario, fondato sul sopruso ed intriso di corruzione, ponendo fidati collaboratori nei ruoli di dirigenza e costruendo leggi elettorali truffa, le quali gli permisero di ottenere dei risultati plebiscitari nelle elezioni degli anni seguenti.

Da allora, il Paese ha attraversato momenti di forte tensione politica e democratica, culminati nella cosidetta " Primavera Araba", un insieme di movimenti popolari che hanno portato alle dimissioni del dittatore Ben Ali e all'entrata in vigore di una nuova Costituzione, contenente garanzie di libertà ed uguaglianza, principi di tutela delle tradizioni e un'"introduzione rivoluzionaria" dei "nuovi diritti", nonché alle prime libere elezioni presidenziali dopo l'indipendenza, tenutesi in due turni il 23 novembre e il 21 dicembre 2014.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Benton, l'ingresso dell'istituto scolastico teatro della sparatoria
USA | KENTUCKY

Sparatoria in una scuola superiore: 2 morti e 19 feriti

L'episodio è avvenuto nella cittadina di Benton: la polizia ha fermato uno studente 15enne
Funerale di Dolores O'Riordan, Ballybricken (Irlanda) - © Press Association
IRLANDA

Il commosso addio a Dolores O'Riordan

Si è svolto il funerale della cantante. Il sacerdote: "Ora canta nel coro celeste"
Il Parlamento europeo (repertorio)
BREXIT

Come saranno ripartiti i seggi Uk

Approvata la risoluzione per la ridistribuzione. Cinque in più a Spagna e Francia, tre all'Italia
Khalid Batarfi
GERUSALEMME CAPITALE

Al Qaeda ordina
di colpire ebrei e americani

Khalid Batarfi: "Quella di Trump è una dichiarazione di guerra crociata"
Matteo Salvini
ELEZIONI

Salvini rivendica il "no" all'Euro

Il segretario della Lega aggiunge: "Siamo preoccupati per la scomparsa dei nostri valori"
Tsai Ing-wen, presidente di Taiwan
TAIWAN

Tsai Ing-wen: "Un attacco cinese? Non è da escludere"

La leader di Taipei: "Se Pechino ci metterà sotto pressione troveremo un modo per resistere"
Terremoto nel Golfo dell'Alaska
PACIFICO

Terremoto di 7.9 in Alaska, rientrato l'allarme tsunami

Non si registrano danni a cose o persone. Sisma avvertito anche nel Canada occidentale
Aerei EasyJet e Alitalia
ALITALIA

EasyJet e Wizz Air ammettono: "Interessati all'acquisto"

Ma la compagnia ungherese punta solo su tratte a breve-medio raggio