MARTEDÌ 12 MAGGIO 2015, 11:34, IN TERRIS

TROPPI SATELLITI INTORNO A MARTE, LA NASA REGOLA IL TRAFFICO

L'orbita delle missioni verrà monitorata per evitare collisioni

MANUELA PETRINI
TROPPI SATELLITI INTORNO A MARTE, LA NASA REGOLA IL TRAFFICO
TROPPI SATELLITI INTORNO A MARTE, LA NASA REGOLA IL TRAFFICO
Anche su Marte ci sono problemi di traffico, anche se non ai livelli della tera, dove ci sono migliaia di satelliti che le orbitano - molti di loro inattivi - intorno. Per questo la Nasa ha deciso di preparare un piano che regolamenti il movimento dei satelliti artificiali intorno al pianeta rosso con l'obiettivo di evitare collisioni che potrebbero costare la distruzione di anni di ricerche e la perdita di strumenti e materiali del valore di centinaia di migliaia di dollari.

Al momento nell'orbita di Marte ci sono "solo" cinque navicelle, non sono molte, ma sono sufficienti per indurre gli scienziati a preoccuparsi e a cercare soluzioni per evitare gli scontri. I cinque satelliti che orbitano intorno al pianeta rosso - l'indiana Mars Orbiter Mission, il satellite della Nasa Mars Atmosphere and Volatile Evolution, Il Mars Express dell'Agenzia Spaziale europea, il Mars Odyssey e il Mars Reconnaissance Orbiter della Nasa - usano i sistemi di comunicazione e monitoraggio del Deep Space Network della Nasa, gestito dalla Jpl.

Tutte le informazioni sulle loro traiettorie saranno messe insieme, permettendo così ai tecnici di effettuare delle proiezioni con settimane di anticipo così da poter coordinare i movimenti ed eventualmente programmare manovre per evitare le collisioni.

"In precedenza, la prevenzione delle collisioni era coordinata tra le squadre di Odissey e Mro - spiega Robert Shotwell, responsabile tecnico dei programmi di Marte per il Jet Propulsion Laboratiry della Nasa - Le possibilità di un problema erano bassissime. L'orbita di MAven, che attraversa le quote di altre orbite, cambia le probabilità che qualcuno abbia bisogno di fare una manovra per evitare la collisione. Controlliamo gli oggetti in orbita molto più da vicino adesso. La probabilità di dover eseguire una manovra è ancora molto bassa, ma è qualcosa che abbiamo bisogno di gestire".
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
VITERBO

Anziani coniugi trovati morti in casa

La coppia era stata avvolta nel cellophane. Ricercato il figlio che viveva con loro
COPPA ITALIA

Fiorentina e Milan, tris per i quarti

Stese Samp e Verona (3-2 e 3-0): derby al prossimo turno per Gattuso. Forte contestazione a Donnarumma
Giuseppe Sala
EXPO 2015

Sala accusato di concorso in abuso d'ufficio

Al sindaco di Milano è stato contestato il reato in relazione al capitolo "verde" dell'appalto per la...
Silvio Berlusconi
RISCHIO STRAPPO

Berlusconi: "Salvini? Fa i capricci"

Il leader del Carroccio duro dopo il 'no' di Forza Italia alle legge sui reati gravissimi: "Stop agli...
Pesante sentenza di condanna per un giovane marocchino
TORINO

Sei anni al jihadista "della porta accanto"

Marocchino condannato per terrorismo
Il procuratore Verzera
CATANIA

Anziane sorelle massacrate in casa

Uccise a coltellate. Si segue la pista della rapina
Miliziani dell'Isis
GENOVA

Istigazione al terrorismo, tunisino indagato

Sulla sua pagina Facebook foto e video inneggianti all'Isis
Senato
BIOTESTAMENTO

Si va verso l'approvazione della legge

Passano i primi articoli. Centro Studi Livatino: "Sigillo funesto a un Paese che sta scomparendo"