GIOVEDÌ 18 GIUGNO 2015, 10:16, IN TERRIS

TORINO, 30MILA DISABILI IN VISITA ALLA SINDONE GRAZIE A VOLONTARI SPECIALIZZATI

Terminati ieri i nove mercoledì pomeriggio dedicati ai portatori di handicap; ora gli accompagnatori intendono creare un gruppo al sevizio della città

MILENA CASTIGLI
TORINO, 30MILA DISABILI IN VISITA ALLA SINDONE GRAZIE A VOLONTARI SPECIALIZZATI
TORINO, 30MILA DISABILI IN VISITA ALLA SINDONE GRAZIE A VOLONTARI SPECIALIZZATI
Sono stati oltre 30 mila i portatori di handicap che hanno potuto contemplare la Sindone in questi mesi grazie all’iniziativa dei “mercoledì speciali” destinati ai disabili. Durante questi nove pomeriggi dedicati alla solidarietà – l’ultimo dei quali è stato ieri - ,disabili in carrozzella, ipovedenti, sordi, ma anche persone in gravi condizioni per le quali è stato predisposto un trasporto in barella, hanno potuto sostare in silenzio e preghiera davanti al sacro lino. A garantire il servizio, circa 500 dei 4.662 volontari della Sindone. Persone specializzate sia grazie a corsi specifici seguiti in vista dell’Ostensione, sia per merito di attività svolte come volontariato in associazioni di Torino e provincia che si occupano di disabilità.

“È come se spingendo le nostre carrozzelle avessimo compiuto da Nord a Sud e da Est a Ovest, sul diametro terrestre, un giro lungo tutto il globo, con oltre 24 mila chilometri percorsi”, calcola Giovanni Federici, coordinatore del servizio. A missione quasi conclusa, il pool dei volontari sta ora meditando di non disperdere il patrimonio di competenze acquisite e creare “un gruppo di interesse” al servizio della città. In caso di eventi in piazza, raduni o anche solo nella quotidianità, infatti, sono innumerevoli le barriere architettoniche che un disabile si trova ad affrontare, dall’assenza delle rampe sulle gradinate agli ascensori fuori servizio, ai tanti che occupano i parcheggi e i posti destinati ai portatori di handicap pur non avendone i requisiti. “Questo perché non solo i normali cittadini, ma anche i progettisti, gli architetti e gli ingegneri, non ci badano assolutamente. Non ha senso la critica sterile a cose fatte - osserva Federici - molto meglio intervenire prima, così da evitare disguidi e imbarazzi”.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Esempi di colture in una 'serra marziana' (fonte: Enea)
HORTEXTREME

Il primo "orto marziano" è Made in Italy

Ben 4 le prime verdure consegnate al Forum spaziale austriaco
 Rebecca Dykes, la vittima
LIBANO

Giallo sulla morte di una diplomatica britannica

Il cadavere della donna è stato rinvenuto lungo un'autostrada. E' stata strangolata
Igor il
SPAGNA

La confessione di Igor il "russo"

Ammessi i fatti contestati: usate 18 identità. Il killer ha accettato l'estradizione in Italia
Il luogo dell'esplosione
MOLOTOV CONTRO LA POLIZIA

S'indaga anche negli ambienti ultras

Il commissariato Prati gestisce il servizio d'ordine durante le partite all'Olimpico
Mattarella e il Papa
BUON COMPLEANNO FRANCESCO

Mattarella: "Auguri da tutti gli italiani"

Il Capo dello Stato: "Ha posto l'attenzione su persona e famiglia". Lo Judice: "Esempio per i giovani"
La locandina del film
STAR WARS

Il lato Chiaro e quello Oscuro de "Gli Ultimi Jedi"

Scelte coraggiose e azzardi, poesia ed errori pericolosi. Cosa pensiamo di Episodio VIII (SPOILER)