Terrore in Galles, cannibale ucciso mentre mangia una ragazza

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:00

Tutto il Galles inorridisce oggi di fronte ad un altro caso di cannibalismo: questa mattina un ex detenuto è stato ucciso dagli agenti con una scarica di taser da 50 mila volts. L’uomo sarebbe il presunto omicida della povera Cerys Marie Yemm, ventiduenne conosciuta poche ore prima in un bar: durante l’irruzione i poliziotti hanno trovato l’uomo intento a mangiare il volto della ragazza.

Il fatto è accaduto nell’hotel Sirhowy Arms, situato nel villaggio di Argoed nei pressi di Caerphilly, Galles del sud: una struttura che collabora con le autorità locali per ospitare i detenuti appena usciti di prigione. Sono stati proprio degli inservienti dell’hotel, dopo aver sentito strani rumori provenire dalla stanza dove alloggiava Matthew Williams, a chiamare la polizia. Quando i poliziotti hanno forzato la porta si sono trovati scena raccapricciante: il sangue era ovunque, mentre Williams, in a raptus dovuti probabilmente all’uso di cocaina, stava mangiando il volto di Cerys Yemm della quale stava masticando il bulbo oculare. La vittima era già incosciente sul pavimento e presentava la faccia orrendamente lesionata.

Matthew Williams, Fifi per gli amici, era uscito dal carcere da appena due settimane: aveva scontato 5 anni di detenzione a causa di un omicidio violento e soggiornava nella struttura adibita a rifugio temporaneo per persone senza fissa dimora. Dopo aver conosciuto la ragazza in un bar l’avrebbe invitata nella sua stanza per un drink quando è avvenuto l’attacco omicida. L’autopsia sui corpi di Matthew Williams e della povera Cerys Yemm sarà effettuata nei prossimi giorni.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.