VENERDÌ 03 APRILE 2015, 12:53, IN TERRIS

SPAGNA, LA SANITA' CAMBIA IDEA: CURE GRATUITE PER GLI IMMIGRATI

Il provvedimento annunciato dal primo ministro Rajoy ha reso soddisfatti l'ordine dei medici. Proteste e scetticismo sulla scelta da parte delle associazioni

AUTORE OSPITE
SPAGNA, LA SANITA' CAMBIA IDEA: CURE GRATUITE PER GLI IMMIGRATI
SPAGNA, LA SANITA' CAMBIA IDEA: CURE GRATUITE PER GLI IMMIGRATI
In Spagna gli immigrati irregolari potranno di nuovo essere curati gratuitamente nei centri di salute pubblica. Lo ha annunciato il primo ministro spagnolo, Mariano Rajoy, dichiarando: "E' più sensato e più ragionevole - aggiungendo - aiuterà a non saturare il pronto soccorso". Un cambiamento di direzione rispetto al 2012, quando venne deciso il taglio della copertura sanitaria, così come la revoca della tessera sanitaria ai migranti senza permesso di soggiorno.

La revoca deicsa nel settembre del 2012 prevedeva l'accesso alle cure solo in casi di estrema emergenza, scelta che fece innescare una forte protesta da parte dei camici bianchi, in particolare l'Andalusia, le Asturie, la Navarra ed i Paesi baschi, si rifiutarono di applicare le misure decise dal governo. Sebbene l'annuncio confermato dal ministro della Saluto non sia ancora del tutto chiaro,una certezza è che l’accesso gratuito ai servizi sanitari non comporterà il ripristino della tessera sanitaria per i migranti irregolari.

L'accesso alle cure nei centri di salute pubblica invece è stata accettata positivamente dall'ordine dei medici, ma lascia interdetta l'associazione Médicos del mundo, i quali definiscono nuova proposta insufficiente e incompleta poiché gli immigrati, senza la tessera sanitaria non potranno accedere a delle cure continuative o avere un medico curante fisso. In ogni caso, nonostante il malcontento di molti, l'approvazione del provvedimento sarà decisiva in quanto negli ultimi tre anni, a causa del taglio della copertura sanitaria,  è stato dimostrato che molti immigrati privi di permesso di soggiorno, non sono sempre stati curati, anche nei pronto soccorsi veniva loro chiesto di firmare in anticipo un foglio che perché pagassero gli interventi ricevuti.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
IMPRESA SFIORATA

Pordenone eroico: all'Inter servono i rigori

Nerazzurri bloccati sullo 0-0 ma ai quarti dopo i penalty. Gli ospiti di Serie C colpiscono anche un palo
Masiello esulta dopo il gol-vittoria
CALCIO | SERIE A

Genoa, Marassi stregato: l'Atalanta passa 1-2

Ilicic e Masiello ribaltano Bertolacci. Altro k.o. interno per il Grifone, il primo per Ballardini.
Corte costituzionale
LEGGE ELETTORALE

Rosatellum, la Corte costituzionale boccia i ricorsi

Palazzo della Consulta giudica "inammissibili i conflitti di attribuzione tra poteri dello Stato
L'esondazione dell'Enza a Lentigione (ph Reggionline)
MALTEMPO

Esonda la Parma, allagata la Reggia di Colorno

Trovato senza vita sotto una valanga l'ex sindaco di Vogogna
Il Presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni
GENTILONI

"Il mancato accordo su Brexit è un pericolo per la Ue"

L'intervento del Premier al Senato in vista del prossimo Consiglio europeo di Bruxelles
Polizia di Stato
ASTI

Sequestrata e abusata per 24 ore: arrestati due tunisini

Polizia libera la donna trentenne. Indagato in concorso un terzo tunisino
La Reggia di Caserta
CROLLO NELLA SALA DELLE DAME

Reggia di Caserta: al via controlli intonaci e restauro soffitti

Il restauro del soffitto danneggiato dovrebbe essere ultimato entro al fine di gennaio 2018
Il Papa con alcuni migranti
CONVEGNO

Chiese unite contro la xenofobia

Da domani vertice ecumenico in Vaticano