DOMENICA 17 MAGGIO 2015, 003:30, IN TERRIS

“SOLAROAD”: IN OLANDA LA PISTA CICLABILE È FOTOVOLTAICA

Il progetto in 6 mesi dall’inaugurazione ha già prodotto più elettricità del previsto

MILENA CASTIGLI
“SOLAROAD”: IN OLANDA LA PISTA CICLABILE È FOTOVOLTAICA
“SOLAROAD”: IN OLANDA LA PISTA CICLABILE È FOTOVOLTAICA
L’Olanda, il Paese dei mulini a vento e dei tulipani, è sempre più “green”. Non bastavano le interminabili piste ciclabili, complice la grande pianura prodotta dall’ingegno fiammingo; i ciclisti di Amsterdam, infatti, hanno detto addio al vecchio catrame e pedalano su un tratto di strada che sfrutta le energie rinnovabili. Si chiama SolaRoad, è stata inaugurata il 12 novembre scorso ed è la prima pista per ciclisti “solare” perché costruita con un “tappeto” steso a terra di pannelli fotovoltaici integrati che immagazzinano l’energia della nostra stella.

Nonostante sia lunga appena 70 metri, in poco tempo ha generato molta più energia di quanta gli ideatori avessero preventivato. Costata 3 milioni di euro, in 6 mesi ha infatti prodotto 3mila kwh di elettricità, sufficiente al fabbisogno annuale della casa di un single o a compiere due volte e mezzo il giro del mondo con uno scooter elettrico. “Non ci aspettavamo un risultato così alto in così poco tempo”, ha detto un portavoce di SolaRoad. La pista, che collega Krommenie e Wormerveer - due sobborghi di Amsterdam - è percorsa ogni giorno da 2mila ciclisti tra studenti e pendolari.

SolaRoad è un progetto pilota che durerà tre anni e che consentirà di fare rilevazioni e raccogliere dati su funzionamento e manutenzione, ridotta al minimo: il liscio rivestimento e una leggera inclinazione consentono infatti alla pioggia di pulirla e di avere così la massima esposizione ai raggi solari. L’obiettivo finale è quello di poter estendere le ciclabili solari ad altre aree dell'Olanda e anche all'estero, come ad esempio nella soleggiata California dove è già stato siglato un accordo di cooperazione.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Pesante sentenza di condanna per un giovane marocchino
TORINO

Sei anni al jihadista "della porta accanto"

Marocchino condannato per terrorismo
Il procuratore Verzera
CATANIA

Anziane sorelle massacrate in casa

Uccise a coltellate. Si segue la pista della rapina
Miliziani dell'Isis
GENOVA

Istigazione al terrorismo, tunisino indagato

Sulla sua pagina Facebook foto e video inneggianti all'Isis
Senato
BIOTESTAMENTO

Si va verso l'approvazione della legge

Passano i primi articoli. Centro Studi Livatino: "Sigillo funesto a un Paese che sta scomparendo"
Arte sacra, Calabria
ARTE SACRA

La Calabria della fede raccontata in un libro

Il volume raccoglie 173 santuari in altrettante schede con contenuti iconografici, bibliografici e archivistici
Il ciclista Chris Froome
CICLISMO

Chris Froome positivo al doping

Trovate tracce superiori al consentito di salbutamolo. Ad annunciarlo l'Uci
Il logo di Confindustria
CONFINDUSTRIA

"Il Pil cresce, Italia al bivio dopo il voto"

Il Centro studi rivede al rialzo le stime del 2018 ma avverte: "C'è il rischio arretramento"
Recep Tayyip Erdogan
CAOS GERUSALEMME

Erdogan al vetriolo: "Israele terrorista"

Il presidente turco apre il vertice dell'Oic: "La Città santa sia capitale della Palestina"