Servizio Civile: esce il bando Garanzia Giovani

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:45

I posti per i volontari in servizio civile finanziati da Garanzia Giovani saranno 5.463: i bandi, firmati ieri dall’Ufficio nazionale, riguardano le dieci regioni che hanno condiviso l’attuazione del programma europeo con il dipartimento della gioventù e del servizio civile nazionale.
Verrà dunque emanato un ulteriore bando una volta che sarà completato l’esame dei progetti da parte della Regione Molise, destinato ad aprire le porte ad oltre 300 giovani per il volontariato in Scn.

Per poter partecipare, i richiedenti devono essersi registrati al programma Iniziativa Occupazione Giovani, e la domanda potrà essere presentata entro 30 giorni dalla data di pubblicazione del bando. L’accesso alla selezione, poi, è garantito anche ai giovani non residenti in Italia.

“E’ stato avviato, contestualmente, il sistema per la certificazione delle competenze – ha spiegato il sottosegretario Luigi Bobba – per consentire ai giovani che intendono partecipare a questa esperienza di poterla utilmente spendere nel mondo del lavoro. In ogni caso, questa esperienza comporterà un accrescimento motivazionale e valoriale del giovane, obiettivo di tutto il programma”.

L’ammontare impiegato dai 10 bandi è di 29,5 milioni di euro, cifra pari al 74,17% del totale. Ma la percentuale restante, ha specificato il ministro del Lavoro Giuliano Poletti, sarà anch’essa utilizzata in tempi rapidi. Il Dipartimento, infatti, è fortemente impegnato per consentire ciò già nei primi mesi del prossimo anno.
“Alla solidarietà offerta dai ragazzi attraverso la partecipazione al Servizio Civile nazionale – conclude Poletti – le istituzioni rispondono con pari solidarietà, offrendo un piccolo contributo economico ma soprattutto favorendo un accrescimento di competenze volte ad agevolare l’ingresso nel mondo del lavoro.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.