Senza nome e vecchi 4 miliardi di anni: scoperti gli asteroidi testimoni della nascita del Sistema Solare

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:46

Scoperti i testimoni della nascita del nostro Sistema Solari: sono asteroidi scuri, senza nome e con un età superiore ai 4 miliardi di anni. Sono i membri della più antica famiglia di asteroidi mai osservata. “Vivono” indisturbati nella fascia popolata da questi fossili del Sistema Solare che si trova tra Marte e Giove. Osservati del gruppo internazionale coordinato dall’Osservatorio francese della Costa Azzurra a Nizza, sotto la guida dell’italiano Marco Delbò, originario di Novi Ligure, la scoperta di questi corpi celesti è pubblicata sulla rivista Science.

Nuova teoria

Come riporta l’Ansa, questa scoperta costringe a rivedere la tradizionale teoria della formazione dei asteroidi; questo perché sono stati identificati alcuni “planetesimi originali”, ovvero corpi celesti tutti più grandi di 35 chilometri, supportando l’idea che questi corpi siano nati grandi. “Hanno oltre 4 miliardi di anni, la loro formazione risale a quella del nostro Sistema solare e sono scuri perché riflettono solo il 5-6% della luce del Sole, rispetto ad altri tipi di asteroidi che sono invece luminosi in quanto riflettono molto di più la luce – commenta Delbò, tracciando l’identikit degli asteroidi più antichi -. Questi ultimi sono infatti formati in maggior parte da composti carbonacei, ma anche di materiali organici e acqua”. “La famiglia non ancora un nome. Di solito le famiglie di asteroidi lo hanno, ma noi non abbiamo voluto darglielo perché non conosciamo il corpo ‘parente’, da cui si sono staccati; quest’ultimo magari ha già un nome e potrebbe essere rintracciato. Quindi aspettiamo”.

La nascita degli asteroidi

Secondo lo studio, oltre 4 miliardi di anni fa, il neonato Sistema Solare era composto da un vortice di materia orbitante attorno al Sole. Più essa si raffreddava e aggregava, più si formavano i planetesimi. Tuttavia, solo alcuni di essi hanno continuato ad aggregarsi fino a diventare pianeti, altri invece si sono fermati allo stadio di asteroidi, stabilendo la loro orbita nella zona tra Marte e Giove. Proprio in questa fascia, i ricercatori hanno scovato la famiglia più antica di asteroidi finora nota. Per scoprirne l’età i ricercatori hanno cercato nelle regioni più interne della fascia tra Marte e Giove, focalizzando l’attenzione nelle zone di confine tra le famiglie più antiche. “Ogni membro di quelle famiglie si è allontanato di più o di meno a seconda delle sue dimensioni, con gli oggetti più piccoli che si spostano anche più velocemente rispetto a quelli più grandi – conclude Delbò – e se si cercano le correlazioni tra dimensione e distanza, si possono vedere le forme delle vecchie famiglie”.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.