MERCOLEDÌ 16 MARZO 2016, 004:00, IN TERRIS

SCOPERTI I BATTERI SALVA AMBIENTE: SONO IN GRADO DI "DIGERIRE" LA PLASTICA

La Ideonella sakaiensis 201-F6 – questo il nome scientifico del batterio – è in grado di scomporre il polimero grazie al lavoro di due enzimi particolari

MILENA CASTIGLI
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
SCOPERTI I BATTERI SALVA AMBIENTE: SONO IN GRADO DI
SCOPERTI I BATTERI SALVA AMBIENTE: SONO IN GRADO DI "DIGERIRE" LA PLASTICA
La scienza ha fatto un ulteriore importante passo in avanti verso la salvaguardia dell’ambiente. Sono stati infatti scoperti degli speciali batteri rinominati “batteri mangia-pLastica” in grado di “digerire” il Pet (acronimo di “Polyethylene terephthalate”), il resistente polimero impiegato soprattutto nelle produzione di bottiglie di plastica.

La Ideonella sakaiensis 201-F6 – questo il nome scientifico del batterio – è in grado di scomporre il polimero grazie al lavoro di due enzimi particolari. Lo studio, opera dei ricercatori del Kyoto Institute of Technology - coordinati dal prof. Shosuke Yoshida – è stato descritto sulla rivista Science. I brillanti risultati ottenuti dalla Ideonella può avere delle ottime ricadute per l'ambiente. Solo nel 2013 infatti si calcola che siano state prodotte 56 milioni di tonnellate di pet nel mondo il cui accumulo e relativo smaltimento sta diventando un problema mondiale.

Fino ad oggi solo poche specie di funghi erano state capaci di degradare il Pet. In questo caso invece i ricercatori si sono concentrati sul campo dei batteri, gli organismi viventi più semplici ma al contempo più adattabili e numerosi del Pianeta, cercandone alcuni in grado di sopravvivere negli oltre 250 campioni di detriti di pet raccolti dal suolo, dai sedimenti e dalle acque di scarico. Gli scienziati ne hanno così identificato uno nuovo, l'Ideonella appunto, che adopera il Pet come fonte principale di energia e carbonio, ed è in grado di 'mangiare' completamente una pellicola sottile di pet in 6 settimane ad una temperatura di 30°.

Se fatti crescere sul pet, i ceppi del batterio producono due enzimi che lo scompongono in due monomeri più semplici e amici dell'ambiente, con una reazione immediata. L'enzima ISF6_4831 lavora infatti con l'acqua per disintegrare il Pet in sostanze "intermedie", che vengono poi ulteriormente scomposte dall'altro enzima, ISF6_0224. A differenza degli enzimi di altri batteri, la funzione di questi due sembra essere unica. A questo punto una domanda sorge spontanea, hanno commentato i ricercatori: come è possibile la comparsa e lo sviluppo in natura di batteri mangia-plastica? Ai posteri, probabilmente, l’ardua sentenza.
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
La bandiera italiana sventola sul Palazzo del Quirinale, 30 maggio 2018 - Foto © Tony Gentile per Reuters

Italia senza previsioni

Il rapporto del CENSIS, la Fondazione presieduta dal sociologo cattolico Giuseppe De Rita, ha messo, come di consueto,...
Giuseppe Conte e Roberto Gualtieri
GOVERNO

Manovra, accordo su plastic e sugar tax

Una rinviata a luglio e ridotta dell'85%, l'altra a ottobre. Il premier: "Recessione scongiurata, non siamo il...
Mario Sossi durante il rapimento
MAGISTRATURA

E' morto il giudice Mario Sossi: fu rapito dalle Br

Pubblico ministero nel processo alla XXII Ottobre: il suo sequestro durò oltre un mese
Il vertice di maggioranza
GOVERNO

Manovra, braccio di ferro sulle microtasse

Frizione Italia Viva-Pd, sospeso il vertice. Bellanova: "Con plastic e sugar tax si rischia il disastro occupazionale"
Pedoni solitari
53° RAPPORTO CENSIS

Italiani sempre più ansiosi e dipendenti da smartphone

Lo scenario politico odierno è affollato da "non decisioni"
Bimba in lacrime al nido
VARESE

Maltratta i bimbi e si apparta col compagno: maestra sospesa

"Guardati, fai schifo", "piangi che così ti passa" sono le frasi rivolte alle piccole vittime del...
Cristiani filippini in preghiera
FILIPPINE

Anno pastorale: "Ecumenismo, dialogo interreligioso e popoli indigeni"

Vescovi: "La Chiesa esorta i fedeli a collaborare con persone di altre religioni e culture per la pace"
Alluvioni e fiumi in piena in Burundi
METEO

Il maltempo mette in ginocchio il Burundi: già 28 morti

Nove Paesi dell'Africa orientale stanno subendo gli effetti delle piogge con frane e alluvioni
Volontarie della croce rossa e personale ospedaliero
SALUTE

Firmato accordo tra Croce rossa e Campus bio-medico

Le crocerossine, con la loro attività di volontariato, supporteranno l’attività infermieristica
La polizia circonda il furgone Ups dopo l'inseguimento
FLORIDA

La rapina finisce in tragedia: 4 morti a Miami

I banditi fermati dopo un lungo inseguimento: due "vittime collaterali" e una donna ferita alla testa
Un bambino migrante
MIGRANTI

Quasi 6500 minori non accompagnati vivono in centri d’accoglienza

Unicef: "Altri 5000 giovani migranti e rifugiati arrivati nel nostro Paese soli sono irreperibili"

Sondaggio che va, sondaggio che viene

Abbiamo sottolineato più volte che la politica ormai è scandita da sondaggi. Bene che vada settimanali....