GIOVEDÌ 30 APRILE 2015, 18:45, IN TERRIS

ROMA, AVVIATO IL PROGETTO “IL PANE A CHI SERVE” CONTRO LO SPRECO ALIMENTARE

Promosso dalle Acli romane insieme a 4 municipi, si propone di fare donazioni in cibo attraverso le associazioni caritative

MILENA CASTIGLI
ROMA, AVVIATO IL PROGETTO “IL PANE A CHI SERVE” CONTRO LO SPRECO ALIMENTARE
ROMA, AVVIATO IL PROGETTO “IL PANE A CHI SERVE” CONTRO LO SPRECO ALIMENTARE
Solo nella città di Roma il 4% della popolazione (pari a 114.819 cittadini) vive sotto la soglia di povertà, mentre il 7 % (200.934 persone) mangia in maniera adeguata solo ogni due giorni. Eppure nella Capitale ogni 24 ore vengono sprecate 20 tonnellate di pane, circa il 10% della produzione totale. Alla luce di questi dati, le Acli provinciali di Roma, in collaborazione con il Municipio Roma III, hanno promosso l’evento di sensibilizzazione “Il pane a chi serve 2.0”, progetto di recupero sul territorio del pane sfornato il giorno prima dai fornai e distribuzione dello stesso alle associazioni e alle realtà solidali che operano nella lotta alle vecchie e nuove povertà.

L’iniziativa ad alta innovatività ha un duplice scopo: da una parte di recuperare il pane invenduto donandolo ai bisognosi; dall’altra, sensibilizzare ed educare alla prevenzione allo spreco. Il progetto raccoglie e ridistribuisce a regime circa 1 tonnellata di pane a settimana con il coinvolgimento di 15 panifici. Oltre 60 le associazioni di solidarietà che beneficiano di questa iniziativa; all’estensione territoriale del progetto si accompagna il lancio del nuovo sito (www.ilpaneachiserve.it) che geolocalizza e valorizza la rete di associazioni e esercenti coinvolti.

“La nostra rete solidale a km 0 punta sui legami di prossimità – commenta Lidia Borzì, Presidente delle Acli di Roma – e si rafforza grazie alla partnership con 4 municipi, I, III VIII e X, e attraverso sinergie sempre più forti con le associazioni di categoria a partire dalla CNA fondamentali per sviluppare un circolo virtuoso in cui la comunità si prende cura di se stessa. Il donare è allo stesso tempo ricevere – spiega - avendo un ritorno positivo in termini relazionali, di fiducia e coesione. Il progetto sviluppa contemporaneamente 3 finalità: fronteggiare lo spreco per contrastare le povertà, cogliere la sfida del recupero e rafforzare i legami per combattere lo sfaldamento sociale”.

“Tra gli obiettivi abbiamo inoltre quello di progettare un’applicazione per device mobili che permetta di prenotare il pane di resa in tempo reale e facilitare così lo scambio – continua la Presidente Borzì – Il pane A Chi Serve, uno dei progetti vincitori del bando della Regione Lazio ‘Un taglio alle povertà’, è un’occasione per promuovere una cultura contro lo spreco con un forte approccio concreto, culturale ed educativo. Nel nostro piccolo, con questo progetto utile e di grande valore simbolico cerchiamo di dare sostegno ai tanti poveri rispondendo così all’invito di Papa Francesco di andare verso le periferie geografiche ed esistenziali”.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Il Papa incontra Acr
AZIONE CATTOLICA RAGAZZI

Il Papa: "Fissate l'obiettivo sulle periferie"

Udienza del Pontefice ad Acr: "Siate buoni fotografi della realtà che vi circonda"
Il cardinale Camillo Ruini
BIOTESTAMENTO

Card. Ruini: “Così si apre all’eutanasia”

Il porporato intervistato su Repubblica
I coniugi Sherman
TORONTO

Trovato morto il "re" del farmaco generico

Le condoglianze del premier Trudeau
Paolo Gentiloni e Maria Elena Boschi in una foto d'archivio
BRUXELLES

Gentiloni difende il ministro Boschi

Il premier: "Ha chiarito, sarà candidata Pd"
Rahul Gandhi
INDIA

Rahul Gandhi è il leader del Partito del Congresso

Nipote di Indira, succede alla madre, l'italo-indiana Sonia
Il Muro del Pianto
GERUSALEMME

La Casa Bianca: "Il Muro del Pianto è parte di Israele"

Fonti dell'amministrazione: "Impensabile uno scenario diverso". Scontri e morti nella regione