GIOVEDÌ 14 MAGGIO 2015, 16:30, IN TERRIS

RIVOLUZIONE NELLE CUCINE, IL 16% DEGLI ITALIANI SCEGLIE LA DIETA "VERDE"

Molti hanno abbandonato la carne e il pesce a causa dei costi troppo elevati

EDITH DRISCOLL
RIVOLUZIONE NELLE CUCINE, IL 16% DEGLI ITALIANI SCEGLIE LA DIETA
RIVOLUZIONE NELLE CUCINE, IL 16% DEGLI ITALIANI SCEGLIE LA DIETA "VERDE"
Sono sempre di più gli italiani che scelgono di abbandonare carne, pesce e salumi e che si ispirano alla cucina vegana e vegetariana, preferendo alimenti "verdi". A rivelarlo è un'indagine realizzata da GfK Eurisko in collaborazione con la cooperativa lattiero-casearia TreValli. "Buono da pensare" evidenzia come siano calati gli amanti della carne, mentre sono cresciuti coloro che scelgono l'alimentazione vegetariana, il 6%, o quella vegana, il 3%, cioè 1,5 milioni di italiani, seguite dal macrobiotico e dal crudismo, 2%. Inoltre i dati evidenziano che quattro italiani su cinque conoscono gli alimenti a base di soia e sono quasi il 40% quelli che li consumano abitualmente o ne hanno fatto uso negli ultimi sei mesi.

A quanto sembra però la scelta non deriva solo da esigenze di salute, le persone infatti lamentano un costo troppo alto della carne e poi c'è anche la curiosità di sperimentare qualcosa di nuovo e variare la propria dieta scegliendo alimenti digeribili e gustosi. Inoltre i ricercatori hanno evidenziato come in due decenni sia registrata "un'evoluzione" della cultura gastronomica italiana. Dal 1995 ad oggi sono aumentati gli abitanti del Bel Paese che hanno scelto una dieta mediterranea ( dal 41% al 62%) e quelli che preferiscono pasti "slow" ( la voce "mangio sempre in fretta" è passata dal 40% al 20%). Inoltre, il pasto completo a pranzo o cena, è calato rispettivamente dal 68% al 48% e dal 41 al 25%, mentre è cresciuta la percentuale di coloro che preferiscono fare colazione (87%) e si è anche aggiunto il fuoripasto, 36%, voce che nel 1995 non era contemplata nella ricerca.

 

 
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Pesante sentenza di condanna per un giovane marocchino
TORINO

Sei anni al jihadista "della porta accanto"

Marocchino condannato per terrorismo
Il procuratore Verzera
CATANIA

Anziane sorelle massacrate in casa

Uccise a coltellate. Si segue la pista della rapina
Miliziani dell'Isis
GENOVA

Istigazione al terrorismo, tunisino indagato

Sulla sua pagina Facebook foto e video inneggianti all'Isis
Senato
BIOTESTAMENTO

Si va verso l'approvazione della legge

Passano i primi articoli. Centro Studi Livatino: "Sigillo funesto a un Paese che sta scomparendo"
Un dipendente Ryanair
RYANAIR

Calenda: "Lettera indegna", il Garante: "Incostituzionale"

Il ministro: "Chi è sul mercato deve rispettare le regole". Furlan: "Compagnia arrogante"
Arte sacra, Calabria
ARTE SACRA

La Calabria della fede raccontata in un libro

Il volume raccoglie 173 santuari in altrettante schede con contenuti iconografici, bibliografici e archivistici
Il ciclista Chris Froome
CICLISMO

Chris Froome positivo al doping

Trovate tracce superiori al consentito di salbutamolo. Ad annunciarlo l'Uci
Il logo di Confindustria
CONFINDUSTRIA

"Il Pil cresce, Italia al bivio dopo il voto"

Il Centro studi rivede al rialzo le stime del 2018 ma avverte: "C'è il rischio arretramento"