GIOVEDÌ 16 APRILE 2015, 20:00, IN TERRIS

RIVOLTA DELLE SCOPE A GERUSALEMME: I PALESTINESI RIPULISCONO I QUARTIERI ARABI

"L'intifada" è arte di una campagna promossa dall'Oxfam e finanziata dall'Unione Europea

AUTORE OSPITE
RIVOLTA DELLE SCOPE A GERUSALEMME: I PALESTINESI RIPULISCONO I QUARTIERI ARABI
RIVOLTA DELLE SCOPE A GERUSALEMME: I PALESTINESI RIPULISCONO I QUARTIERI ARABI
Una curiosa "rivolta" si sta svolgendo nella città di Gerusalemme, dove centinaia di giovani studenti e donne si sono letteralmente "armati" di scope e hanno ripulito alcuni dei quartieri arabi della città nell'ambito della campagna avviata da Oxfam e finanziata dall'Unione Europea intitolata "Cleaner and Healthier Jerusalem".

L'obiettivo è quello di consapevolizzare le autorità sulle cattive e "nocive" condizioni ambientali in cui vivono i palestinesi nei quartieri est di Gerusalemme, dove la raccolta di rifiuti - come sottolineato dall'Oxfam - non è adeguata.

I partecipanti "all'intifada delle scope" sono per la maggior parte provenienti dalle scuole del quartiere est della Città Santa e, dopo aver lavorato duramente per tutta la mattina per le vie di Salah al-Din, al-Zahra e di al-Aqsa, hanno festeggiato con tamburi e sventolando le ramazze davanti alla Porta di Damasco, uno dei più grandi accessi alla Città Vecchia.

"Le aree palestinesi sono caratterizzate da strade dissestate, pulizia scarsa o totalmente assente e un sistema di fognature limitato. Tutto ciò causa rischi per la salute", ha spiegato in una nota Oxfam, specificando che i palestinesi pagano il 39% delle tasse comunali, ma solo il 10% del budget della municipalità viene speso nei loro quartieri.

"Lo scopo i questa campagna è diffondere due messaggi: il primo è che i palestinesi che vivono a Gerusalemme mantengono la loro città pulita e salubre. Il secondo è molto importante e indirizzato alla municipalità che dovrebbe fornire ai palestinesi servizi dello stesso livello di quelli erogati agli israeliani. - ha dichiarato il coordinatore della campagna, Mohammad Iskafi, all'Aki-Adnkronos - Noi avvertiamo che non c'è uguaglianza e anzi c'è un comportamento discriminatorio su questo specifico aspetto". Iskafi ha inoltre tenuto a precisare che l'iniziativa non è contro le autorità israeliane, non vuole avere un riverbero politico, ma si tratta di "una campagna umanitaria".
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Senato
BIOTESTAMENTO

Si va verso l'approvazione della legge

Passano i primi articoli. Centro Studi Livatino: "Sigillo funesto a un Paese che sta scomparendo"
Arte sacra, Calabria
ARTE SACRA

La Calabria della fede raccontata in un libro

Il volume raccoglie 173 santuari in altrettante schede con contenuti iconografici, bibliografici e archivistici
Il ciclista Chris Froome
CICLISMO

Chris Froome positivo al doping

Trovate tracce superiori al consentito di salbutamolo. Ad annunciarlo l'Uci
Il logo di Confindustria
CONFINDUSTRIA

"Il Pil cresce, Italia al bivio dopo il voto"

Il Centro studi rivede al rialzo le stime del 2018 ma avverte: "C'è il rischio arretramento"
Dia
CAMORRA

Arrestate quattro donne nel napoletano

L'accusa nei loro confronti è di delitto di ricettazione aggravata
Facebook
SOCIAL MEDIA E FISCO

Svolta Facebook: pagherà le tasse dove incassa

Il colosso di Menlo Park passerà a un sistema di vendite locali
Sergio Mattarella e Paolo Gentiloni (repertorio)
VERSO IL VOTO

Elezioni il 4 marzo, l'annuncio prima di Capodanno

Lo riporta il Corriere della Sera. Gentiloni l'antidoto di Mattarella allo "scenario spagnolo"
Donna abusata

Stupri: chi non condanna è complice

Un nuovo efferato stupro ai danni di una donna italiana. Legata con filo telefonico, è stata violentata ad Asti...