MARTEDÌ 08 SETTEMBRE 2015, 12:30, IN TERRIS

"RE-USE FOR GOOD", UNA BOUTIQUE SOLIDALE NEL CUORE DI BOLOGNA

Un'idea non certo nuova quella di donare abbigliamento ai più bisognosi, ma che nella città emiliana assume un'accezzione particolare

REDAZIONE
"RE-USE FOR GOOD", UNA BOUTIQUE SOLIDALE NEL CUORE DI BOLOGNA
È una boutique esclusiva, in una località di pregio al centro di Bologna, funziona solo per inviti ed è gratuita. “Re-use for good”, è l'idea creativa delle ragazze bolognesi di Re-use with love: “Abbiamo sistemato il negozio con ogni cura per renderlo il più accogliente possibile.  – Spiegano le volontarie dell’associazione – E’ già difficile, per chi è in difficoltà economiche, chiedere aiuto, le persone si sentono in imbarazzo, noi invece vogliamo che qui abbiano semplicemente l’impressione di fare shopping, anche se la merce, in realtà, la regaliamo”.

L'associazione "Re-use With love" da anni si occupa di organizzare mercatini dell’usato per finanziare vari progetti umanitari. “Abbiamo iniziato nel 2010 con i mercatini solidali.  – racconta il presidente dell’associazione, Veronica Veronesi – Un nostro amico architetto stava collaborando alla costruzione di una scuola in Brasile per i bimbi più sfortunati, e io e una ventina di amiche ci siamo chieste come dare una mano così abbiamo messo insieme un po’ di cose, le abbiamo vendute e abbiamo raccolto 5.000 euro”. Da quel 2010 le ragazze di “Re-use with love” anno finanziato vari progetti, focalizzandosi sull’emergenza medica, contribuendo alla costruzione di ospedali all’estero ed aiutando anche le strutture mediche bolognesi.

Il progetto è stato chiamato “Re-use for good”, per il duplice significato della frase che in lingua inglese vuol dire “riutilizzo del bene” e “riutilizzo a fine di bene” e si propone di offrire gratuitamente, o a fronte di una donazione simbolica, capi di abbigliamento e articoli usati – ma in buone condizioni – di ogni genere, raccolte dai volontari e spesso riparata e ripulita nel laboratorio del negozio. “Una parte della merce che ci viene donata per i mercatini non è adatta ad essere venduta, perché magari è un po’ rovinata, quindi ci è venuta l’idea della boutique.”

 
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Pesante sentenza di condanna per un giovane marocchino
TORINO

Sei anni al jihadista "della porta accanto"

Marocchino condannato per terrorismo
Il procuratore Verzera
CATANIA

Anziane sorelle massacrate in casa

Uccise a coltellate. Si segue la pista della rapina
Miliziani dell'Isis
GENOVA

Istigazione al terrorismo, tunisino indagato

Sulla sua pagina Facebook foto e video inneggianti all'Isis
Senato
BIOTESTAMENTO

Si va verso l'approvazione della legge

Passano i primi articoli. Centro Studi Livatino: "Sigillo funesto a un Paese che sta scomparendo"
Un dipendente Ryanair
RYANAIR

Calenda: "Lettera indegna", il Garante: "Incostituzionale"

Il ministro: "Chi è sul mercato deve rispettare le regole". Furlan: "Compagnia arrogante"
Doug Jones durante un comizio (repertorio)
USA|VOTO IN ALABAMA

Vince Jones, schiaffo a Trump

Il candidato dem prevale su Moore. I repubblicani perdono una roccaforte del sud
Arte sacra, Calabria
ARTE SACRA

La Calabria della fede raccontata in un libro

Il volume raccoglie 173 santuari in altrettante schede con contenuti iconografici, bibliografici e archivistici
Il ciclista Chris Froome
CICLISMO

Chris Froome positivo al doping

Trovate tracce superiori al consentito di salbutamolo. Ad annunciarlo l'Uci