LUNEDÌ 06 LUGLIO 2015, 002:30, IN TERRIS

PROVVISTE PER LA STAZIONE SPAZIALE: RIESCE L’AGGANCIO COL CARGO RUSSO

E’ il terzo tentativo – finalmente andato a buon fine – dopo i due incidenti del 28 aprile e del 28 giugno scorsi

STEFANO CICCHINI
PROVVISTE PER LA STAZIONE SPAZIALE: RIESCE L’AGGANCIO COL CARGO RUSSO
PROVVISTE PER LA STAZIONE SPAZIALE: RIESCE L’AGGANCIO COL CARGO RUSSO
Il cargo russo Progress si è agganciato alla Iss, la Stazione Spaziale Internazionale. L’operazione è avvenuta mentre i moduli sorvolavano la Nuova Zelanda. Lo ha comunicato l’Agenzia spaziale russa. Progress, lanciato il 3 luglio dalla base di Baikonur, in Kazakhstan, si è collegato in modo automatico al sistema di attracco Pirs del modulo di servizio russo Zvezda. Ha consegnato un carico prezioso ai tre astronauti dell’Iss, i russi Guennadi Padalka e Michail Kornienko e l’americano Scott Kelly: oltre 3 tonnellate di materiale tra carburante, cibo, acqua e pezzi di ricambio. Il cargo automatico senza equipaggio ha cominciato a prepararsi all’avvicinamento alla distanza di circa 400 metri dalla Stazione, quando ha iniziato a frenare con il sistema di propulsione. Arrivato a circa 200 metri, ha ritirato una delle antenne di navigazione, orientando la sua posizione al sistema di Pirs e preparando il meccanismo di aggancio.

L’equipaggio – pronto prendere il controllo manuale sul sistema di attracco del veicolo nel caso fossero sopraggiunti problemi – ha assistito a tutte le operazioni, riferendo i dati sulla posizione di Progress al centro di controllo a Terra. E’ il terzo tentativo – finalmente andato a buon fine – dopo i due incidenti del 28 aprile e del 28 giugno scorsi. Nel primo caso un altro cargo Progress è andato perduto in seguito a un problema tecnico del lanciatore, mentre nel secondo un malfunzionamento del vettore Falcon X ha portato alla perdita della navetta Dragon, entrambi costruiti e gestiti dalla Space X per conto della Nasa. La Stazione Spaziale Internazionale, abitata continuativamente da novembre del 2000, ruota attorno al nostro pianeta alla velocità media di 27.600 km/h, tenendosi ad una distanza di 330-435 km dalla superficie terrestre.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Incidente stradale a Lecce
OMICIDIO STRADALE

Ubriaco al volante travolge uno scooter: un morto

Il conducente della Bmw 320 è un 35enne di nazionalità bulgara
La Cattedrale di Londra imbiancata dalla neve
MALTEMPO

Freddo e neve gelano il Nord Europa

Fiocca anche a Milano e Torino. Disagi su tutto l'arco alpino
Matteo Renzi
VERSO IL VOTO

Renzi: "Berlusconi? Niente intese con mr Spread"

L'ex premier: "Silvio fa le stesse promesse del 1994 che non ha mai mantenuto"
DIRITTO DI REPLICA

Annullato l'arresto per il sindaco Caliandro

Il primo cittadino di Villa Castelli era stato coivolto in un'inchiesta su presunte tangenti
L'esultanza del Milan al termine del match contro il Bologna
CALCIO | SERIE A

Frenano Roma e Napoli, sorride il Milan

Giallorossi e partenopei fermati sullo 0-0 da Chievo e Fiorentina. Primo successo per Gattuso, ok Udinese e Sassuolo
Monsignor Antonio Riboldi
NAPOLI

Addio a monsignor Riboldi, protagonista della lotta alla camorra

Il vescovo emerito di Acerra (Napoli) si è spento all'età di 94 anni