Premio Aretè 2014 per unire impresa e disabilità

Logo Interris - Premio Aretè 2014 per unire impresa e disabilità
Logo INTERRIS in sostituzione per l'articolo: Premio Aretè 2014 per unire impresa e disabilità

Il premio Aretè 2014 per la comunicazione responsabile è stato vinto da Geox for Valemour. Il progetto, nato dall’idea di due genitori con figli con disabilità intellettiva, ha coinvolto circa 40 giovani “stilisti” con sindrome di down che hanno realizzato circa 4 mila tele dipinte a mano. Aretê – in greco un percorso virtuoso di pensiero, sentimento e azione- è un evento che vuole segnalare, sia al mondo dell’economia che all’opinione pubblica in generale, i soggetti che si sono distinti per l’efficacia della comunicazione nel rispetto delle regole della responsabilità.

L’evento è promosso da Nuvolaverde con Confindustria e Abi ed ha visto svolgersi ieri la sua giornata conclusiva, dove – oltre alla comunicazione responsabile – sono state premiate altre categorie come la sezione “Comunicazione interna”, dove il vincitore è Michele Alessi e con il suo progetto “Buon Lavoro” è riuscito a “valorizzare ‘diversamente’ il lavoro – spiegano gli organizzatori – impiegandolo in attività socialmente utili a favore della comunità del territorio nella quale opera. All’iniziativa hanno aderito circa 300 dipendenti”. Per la “Comunicazione Sociale” ad aggiudicarsi il primo gradino del podio è stato il Trame Festival, il primo evento culturale in Italia dedicato ai libri sulle mafie.