PAURA A LAS VEGAS, BOEING IN FIAMME NELL’AEROPORTO MCCARRAN

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:48

Dramma sfiorato questa notte all’aeroporto di Las Vegas. Attimi di paura alla vigilia dell’undici settembre quando alle 16:13 – 1:13 di notte in Italia – il motore sinistro del Boeing 777-200 della British Airways ha preso fuoco. Fortunatamente i 159 passeggeri e i 13 membri dell’equipaggio a bordo del velivolo sono riusciti a scappare in tempo dagli scivoli d’emergenza, con un bilancio totale di soli sette feriti leggeri, due dei quali sono stati accompagnati all’ospedale.

Completamente distrutto il Boeing invece, che ha bloccato la pista del McCarran International Airport per tutta la serata dopo che i vigili del fuoco sono riusciti a domare l’incendio. Al momento due tecnici della Faa – Federal Aviation Administration – stanno facendo rilevamenti sul posto per accertare le cause dell’incidente, ancora poco chiare.

L’evacuazione del veicolo è stata effettuata in tempo record, grazie alla prontezza dell’equipaggio tutte le persone a bordo dell’aereo sono state messe in salvo in meno di 5 minuti dalla dichiarazione di emergenza, evitando la tragedia. Ottima anche la risposta dei soccorritori dell’aeroporto, che secondo le testimonianze dei passeggeri, sono arrivati sul posto con camion cisterna e mezzi di soccorso in poco più di un minuto.

Per ora non si hanno notizie ufficiali sulla causa dell’incendio, anche se è molto improbabile che si tratti di un sabotaggio. Secondo Jacob Steinberg, giornalista del Guardian a bordo del veicolo, il capitano avrebbe spiegato ai passeggeri che sono state causate da un “non meglio precisato” guasto al motore, e che è stata una vera e propria fortuna che sia successo durante il decollo e non in volo.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.