GIOVEDÌ 23 LUGLIO 2015, 005:20, IN TERRIS

PARMA: LA SCUOLA SALVATA DA DUE FAMIGLIE DI MIGRANTI

A Bore, il sindaco non sarebbe riuscito a formare le classi, ma grazie all'accoglienza ha salvato l'Istituto dalla chiusura

REDAZIONE
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
PARMA: LA SCUOLA SALVATA DA DUE FAMIGLIE DI MIGRANTI
PARMA: LA SCUOLA SALVATA DA DUE FAMIGLIE DI MIGRANTI
A Bore, un piccolo paese di 800 abitanti in provincia di Parma, non tutti lo sanno, ma la scuola a settembre resterà aperta grazie all'arrivo di due famiglie di migranti. Sono originarie del Congo e della Nigeria e da qualche giorno abitano in due appartamenti di proprietà del comune. Il loro arrivo è stato voluto dal sindaco Fausto Ralli, che alla richiesta della prefettura di Parma di accogliere dei migranti, ha posto una condizione: che fossero famiglie con bambini in modo tale da poter formare le classi scolastiche per il prossimo anno. La prefettura non ha avuto nulla da obiettare.

“In questo modo abbiamo risolto un nostro problema e abbiamo dato una mano a chi ha bisogno –racconta Ralli –. Se non l’avessimo fatto ci saremmo ritrovati a settembre con pochi alunni per riuscire a formare una classe per le materne e una per le elementari. E con il rischio per le famiglie di Bore di dover portare i loro figli verso l’istituto più vicino, a 15 chilometri di distanza”.

Le due famiglie hanno cominciato ad incontrare gli abitanti di Bore; molti paesani portano loro abiti ed oggetti che possono essere utili per la casa. Il primo cittadino si è detto contento della solidarietà che il paese ha riservato a queste famiglie. Molti bambini hanno iniziato anche a coinvolgere nelle loro attività i figli dei migranti. Il sindaco ha pensato che sarebbe utile per tutta la città inserire le famiglie in un percorso lavorativo: "Per ora non abbiamo pensato a nulla di specifico perché aspettiamo gli ultimi accertamenti della prefettura. Dopo di che avrei intenzione di capire anche in base alla loro competenze come aiutarli: in questo modo si supera l’immagine stereotipata di chi vede i migranti come dei mantenuti”.
Spazio al lettore: per commentare questo articolo scrivi a direttore@interris.it

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Il Palazzo del Viminale
CENSIMENTO

Dal Viminale la circolare sugli insediamenti rom

Pubblicato il testo mandato ai prefetti, fra due settimane il primo punto
Il Teatro Marcello
ROMA

Riapre il percorso pedonale del Teatro di Marcello

L'intervento di messa in sicurezza è stato promosso da Roma Capitale
PIEMONTE

Torino, sequestrati 2,6 milioni di giocattoli pericolosi

L'indagine ha evitato l'ingresso nel mercato dei beni dannosi per i bambini
Martello
COCCAGLIO | BRESCIA

Tenta di uccidere a martellate moglie e figlia

L'uomo, un 59enne, è stato bloccato e arrestato dai Carabinieri
Ponte Morandi a Genova
GENOVA

Ponte Morandi: "Problemi di sicurezza già da 10 anni"

Lo rivela il rapporto commissionato da Atlantia riportato dal "Financial Times"
Anziano in cerca di cibo tra i rifiuti
NUOVE POVERTÀ

Coldiretti: "Anche in Italia si soffre la fame"

"Quasi 3 milioni di persone costrette a chiedere aiuto per il cibo da mangiare"
Tempio indonesiano
INDONESIA

Terremoto a Bali: danni al tempio indù

Non è stato diramato alcun allarme tsunami
Truffa online
CREMONA

Migliaia di truffati online: 4 arresti

Le fiamme gialle hanno sequestrato beni per 1,5 milioni di euro