GIOVEDÌ 16 FEBBRAIO 2017, 11:26, IN TERRIS

Palme sì o palme no? Tra ironia e dibattito social, l'esotica novità di Piazza Duomo

Il progetto finanziato dal colosso Starbucks prevede la creazione di un'aiuola con palmizi e banani, ma la città si divide

DAMIANO MATTANA
Palme sì o palme no? Tra ironia e dibattito social, l'esotica novità di Piazza Duomo
Palme sì o palme no? Tra ironia e dibattito social, l'esotica novità di Piazza Duomo
Un paesaggio decisamente insolito quello che caratterizza lo scenario di Piazza Duomo, a Milano. Tra turisti incuriositi e passanti a metà tra lo stupore e lo sbigottimento, i fusti di una ventina di palme hanno modificato l'assetto scenografico di una tra le più famose piazze d'Italia, disegnando una cartolina degna del Crystal Palace e, a dirla tutta, a prima vista un tantino fuori contesto. Questo, infatti, è quello che hanno pensato buona parte dei cittadini, chiamati in causa dal sindaco Sala, il primo a postare sui social network le immagini della singolare installazione vegetale, la quale, peraltro, si completerà di alcuni filari di banani, fiori esotici e altra vegetazione sempreverde. "Cosa c'entra tutto questo con Milano?", si chiedono in molti. In realtà, quella sponsorizzata dal colosso "Starbucks" (vincitore di un bando pubblico e prossimo ad aprire nella città meneghina il suo primo caffè) non è un'idea del tutto priva di precedenti: in alcune foto ottocentesche, postate dalla giunta, nelle aiuole di Piazza Duomo è possibile vedere dei palmizi dal tronco basso. Il fascino dell'esotico la faceva da padrone allora. Il problema, semmai, sta proprio in questo anacronismo: l'attrazione per l'orientale era una prerogativa dell'establishment del XIX secolo, soprattutto oltremanica. Del XIX secolo, però...

Battute e polemiche


E allora, tra chi ironizza citando il surriscaldamento globale e chi critica, c'è anche chi tenta di non sbilanciarsi, attendendo la conclusione del progetto e interpellando, nel frattempo, gli abitanti: "Milano si risveglia con palme e banani in piazza Duomo - scrive il sindaco -. Come nella tradizione ottocentesca. Buona o cattiva idea? Certo che Milano osa eh..". E poi, vestendo i panni del cittadino: "Sospendo anch'io il giudizio: vediamo quando sarà finito il lavoro. Tendenzialmente non mi dispiace, però, voglio vederle bene". Decisamente più ficcante il commento twittato dal leader della Lega Nord, Matteo Salvini: "Mancano solo sabbia e cammelli".  Ma, in fondo, c'è pure qualcuno che apprezza: "Mi sembra che ci sia davvero un pregiudizio culturale nell'ignoranza della storia della città. Noi siamo curiosi e aperti alle novità. Peraltro le palme vengono da Como, non dall'Africa", ha commentato Filippo Barberis, capogruppo Pd in Comune.

L'esotico che divide


Il progetto dell'architetto Marco Bay divide, e questo era in realtà pronosticato. Viene da chiedersi se l'arrivo di palmizi e alberi da frutto d'oltremare si sposi con lo stile architettonico gotico del Duomo. L'architetto Paolo Pejrone, come scrive "Repubblica", parla di "follia neogotica... Le palme non fanno parte del passato e neppure del futuro del Nord Italia, sono un esotismo a sé". Di diverso avviso, invece (si legge ancora sul quotidiano) il critico d'arte Philippe Daverio: "Non è un'africanizzazione di Milano, come è stato detto, io trovo invece che quest'idea sia fantasiosa, in linea con la storia". Chissà, forse il gusto dell'esotico, nell'era della globalizzazione, non è più così di moda. Un conto è immaginare le meraviglie d'oltreoceano, un altro è averne accesso attraverso il mondo della rete. E in fondo, a ragione, alcuni luoghi simbolo di casa nostra ci piace vederli così come sono.

 
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
I coniugi Sherman
TORONTO

Trovato morto il "re" del farmaco generico

Le condoglianze del premier Trudeau
Paolo Gentiloni e Maria Elena Boschi in una foto d'archivio
BRUXELLES

Gentiloni difende il ministro Boschi

Il premier: "Ha chiarito, sarà candidata Pd"
Il museo Must di Vimercate
MOSTRA

"Il Segno del '900": da Cezanne a Picasso, da Kandinskij a Fontana

Dal 16 dicembre 2017 all'11 marzo 2018 presso il Museo del territorio di Vimercate (MB)
Lo Sferisterio di Macerata
MACERATA OPERA FESTIVAL

Il Mof si tinge di "verde speranza"

Le opere: Flauto magico, Elisir d'Amore e Traviata degli specchi
Maria Elena Boschi

La solita storia

Gran rumore sulla vicenda di Maria Elena Boschi e del suo ‘interesse’ per la Banca Etruria di cui il suo...
Le chiese copte colpite dagli attentati la Domenica delle Palme
TERRORISMO | EGITTO

Timori per il Natale, alta protezione per le chiese

Il governo ha rafforzato le misure di sicurezza davanti a tutti i siti sensibili senza fare distinzioni