MARTEDÌ 02 AGOSTO 2016, 000:04, IN TERRIS

OGGI LA CHIESA CELEBRA L'OTTAVO CENTENARIO DEL PERDONO DI ASSISI

EDITH DRISCOLL
OGGI LA CHIESA CELEBRA L'OTTAVO CENTENARIO DEL PERDONO DI ASSISI
OGGI LA CHIESA CELEBRA L'OTTAVO CENTENARIO DEL PERDONO DI ASSISI
Il Perdono d'Assisi è un'indulgenza plenaria che, nella Chiesa cattolica, può essere ottenuta dai propri fedeli dal mezzogiorno del 1º agosto alla mezzanotte del 2 agosto di ogni anno. Secondo i racconti della tradizione, in una notte di luglio del 1216, mentre Francesco d'Assisi era in preghiera nella chiesa della Porziuncola, ebbe una visione di Gesù e della Madonna circondati da una schiera di angeli. Gli fu chiesto quale grazia desiderasse e Francesco rispose domandando che fosse concesso il perdono completo di tutte le colpe a coloro che, confessati e pentiti, visitassero la chiesa. La richiesta fu esaudita a patto che egli si rivolgesse al Papa, come vicario di Cristo in terra, per richiedere l'istituzione di tale indulgenza.

L' indulgenza, infatti, venne concessa nel 1216 da papa Onorio III a tutti i fedeli: il Diploma di Teobaldo, indicato anche con il nome di "Canone teobaldino", è il principale documento storico relativo alla concessione di tale indulgenza. Fu redatto dal frate minore e vescovo di Assisi Teobaldo ed emanato dalla curia vescovile assisiate il 10 agosto 1310.

Inizialmente riservata esclusivamente alla chiesa della Porziuncola, nel corso del tempo l'indulgenza fu estesa prima a tutte le chiese francescane e successivamente a tutte le chiese parrocchiali, restandone comunque immutata la data e la denominazione.

Per ottenere l'indulgenza plenaria un fedele, secondo il Manuale delle indulgenze della Chiesa cattolica, deve:  confessarsi, per ottenere il perdono dei peccati; fare la comunione eucaristica, per essere spiritualmente unito a Cristo; pregare secondo le intenzioni del Papa, per rafforzare il legame con la Chiesa, recitando almeno Padre nostro, Ave Maria e Gloria al Padre; recitare il Credo e il Padre nostro; visitare una chiesa o oratorio francescano o, in alternativa, una qualsiasi chiesa parrocchiale.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Silvio Berlusconi, Giorgia Meloni e Matteo Salvini
VERSO LE ELEZIONI

Centrodestra, i leader firmano il programma

Berlusconi, Salvini e Meloni sottoscrivono il documento a Palazzo Grazioli. L'ex premier: "Ampiamente condiviso"
Perris, la casa-prigione dei 13 ragazzi
IL CASO

California, i genitori aguzzini rischiano l'ergastolo

I due coniugi sono accusati di tortura. Rivelati dettagli inquietanti sulle condizioni di detenzione dei propri figli
Michele Gesualdi
FIRENZE

E' morto Michele Gesualdi, l'allievo di don Milani

Ex presidente della Provincia di Firenze, è stato un sostenitore della legge sul biotestamento. Aveva 74 anni
MILANO | INCIDENTE SUL LAVORO

Morto anche il quarto operaio intossicato

L'uomo, operaio della "Lamina", era ricoverato presso il "San Raffaele". Nella tragedia morto anche suo...
I danni causati dalla tempesta Friederike
MALTEMPO IN NORD EUROPA

Otto vittime
tra Olanda, Belgio
e Germania

Centinaia di migliaia di persone, dal Regno Unito alla Romania, sono senza elettricità
INFLUENZA

Mai così tanti casi dal 2004. A letto 4 milioni di italiani

La fascia di età più colpita dal virus influenzale è quella dei bambini al di sotto dei cinque anni