MARTEDÌ 28 LUGLIO 2015, 005:00, IN TERRIS

NANOTECNOLOGIE: COSTRUITO IL PRIMO MATERIALE CONDUTTORE ELASTICO E TRASPARENTE

Funziona grazie a strutture a forma di fisarmonica

MILENA CASTIGLI
NANOTECNOLOGIE: COSTRUITO IL PRIMO MATERIALE CONDUTTORE ELASTICO E TRASPARENTE
NANOTECNOLOGIE: COSTRUITO IL PRIMO MATERIALE CONDUTTORE ELASTICO E TRASPARENTE
E' stato realizzato il primo materiale conduttore di elettricità al mondo che si al contempo elastico e trasparente. Descritto sulla rivista Material Horizons, il risultato si deve ai ricercatori della North Carolina State University, coordinati dal professore Abhijeet Bagal. Il nuovo materiale funziona grazie a strutture a forma di 'nano-fisarmonica': l'utilizzo ideale riguarda la moderna branca dell'elettronica flessibile, come gli schermi arrotolabili e i computer indossabili, per ora immaginati solo nei film di fantascienza.

"In natura non esistono materiali conduttori elastici e trasparenti - spiega Bagal - così ne abbiamo creato uno". Per farlo i ricercatori hanno iniziato creando una sagoma-modello di polimero in 3D su un substrato di silicio. La sagoma è fatta come una serie di rettangoli identici, posti a distanza uniforme, ricoperta di uno strato di ossido di zinco gonfiato con alluminio, che è il materiale conduttore, e un polimero elastico applicato all'ossido di zinco. Dopo di che i ricercatori hanno rovesciato il tutto e rimosso il silicio e la sagoma. Ciò che è rimasto è stato una serie di creste simmetriche di ossido di zinco su un substrato elastico.

Poiché sia l'ossido di zinco che il polimero sono chiari, la struttura è risultata trasparente ed elastica, perché le creste di ossido di zinco le consentono di espandersi e contrarsi, proprio come avviene nei soffietti di una fisarmonica. "Possiamo anche controllare lo spessore dello strato di ossido di zinco - aggiunge Erinn Dandley, coautrice dello studio - il che è importante, perché lo spessore influisce sulle proprietà ottiche, elettriche e meccaniche della struttura". Per progettare in modo preciso le sagome 3D, i ricercatori hanno usato la tecnica della nanolitografia, vale a dire la fabbricazione di strutture su scala nanometrica come per i circuiti semiconduttori. I ricercatori stanno ora sperimentando la stessa tecnica con altri materiali conduttori.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
L’albero di Natale Prosecco Doc a Venezia
FEDERALBERGHI

Tra Natale e Capodanno 15 milioni di italiani in viaggio

Il giro d’affari complessivo sarà di 9,9 miliardi di euro
SIRIA

La Russia accusa gli Usa: "Addestrano terroristi"

750 miliziani in un campo profughi nel Nord-Est della Siria
L'incontro con Uspi e Fisc
INCONTRO CON USPI E FISC

"Non cadete nei peccati della comunicazione"

Il Papa ha ricordato che la piccola editoria difende dai "polveroni mediatici"
Il Papa incontra Acr
AZIONE CATTOLICA RAGAZZI

Il Papa: "Fissate l'obiettivo sulle periferie"

Udienza del Pontefice ad Acr: "Siate buoni fotografi della realtà che vi circonda"
La caccia al killer (repertorio)
IGOR IL RUSSO

Caccia ai complici
del killer

Almeno 10 persone sono nel mirino degli inquirenti italiani. I media spagnoli: "Feher non collabora"
Una partecipante al corteo pro migranti a Roma
ROMA

Corteo pro migranti: "Diritti senza confine"

Gli organizzatori: "Oltre 15 mila partecipanti"