DOMENICA 28 GIUGNO 2015, 004:45, IN TERRIS

MONDIALI ANTIRAZZISTI 2015: SPORT, MUSICA E INTEGRAZIONE

In provincia di Modena dal 1 al 5 luglio 5mila ragazzi daranno vita a una maratona non stop di 400 partite contro il razzismo

CLAUDIA GENNARI
MONDIALI ANTIRAZZISTI 2015: SPORT, MUSICA E INTEGRAZIONE
MONDIALI ANTIRAZZISTI 2015: SPORT, MUSICA E INTEGRAZIONE
Tornano anche quest’anno i Mondiali Antirazzisti con un programma più ricco e in una veste nuova, a cominciare dal manifesto dell’evento firmato dal fumettista romano Zerocalcare. L’appuntamento è nel parco di Bosco Albergati, a Castelfranco Emilia in provincia di Modena, dall’1 al 5 luglio, dove 5mila ragazzi da tutta Europa: 170 squadre di calcio e oltre 60 tra basket, pallavolo e rugby si ritroveranno per dar vita a una maratona non stop di 400 partite contro razzismo e discriminazioni nello sport e nella vita.

Questa è la diciannovesima edizione, diventando un appuntamento fisso che vede aumentare di anno in anno il numero di presenza, sia di squadre che di spettatori. La novità di quest’anno sarà un’arena dove si giocheranno le partite di rugby e i laboratori per i bambini, dove i più piccoli si cimenteranno con sport come il cricket e il tchoukball.

Non solo sport, ma anche tanta musica: ci saranno infatti concerti gratuiti dei Modena City Ramblers, degli Après la classe e altri, oltre a una serie di incontri sul tema della lotta al razzismo nello sport, come “Diamo un calcio al calcio”, a cui parteciperanno anche Damiano Tommasi, ex calciatore della Roma, che giocherà anche una delle partite di calcio del torneo, e Renzo Ulivieri, ex allenatore del Bologna.

Calcio d’inizio: giovedì 2 luglio alle ore 15.00. Da quel momento nei 24 campi si alterneranno diverse squadre composte da migranti, tifosi, associazioni, centri sociali e ragazze e ragazzi provenienti da diverse città italiane e estere. L’obiettivo dell’iniziativa è quello di parlare di integrazione, rispetto degli altri e lotta a qualsiasi forma di discriminazione, “e quale modo migliore per farlo se non attraverso lo sport – spiega Carlo Balestri, responsabile dell’organizzazione – in questo torneo non c’è agonismo, basta pensare che durante le partite le persone si autoarbitrano. L’intenzione è di imparare a conoscersi e a superare ogni limite”.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
 Rebecca Dykes, la vittima
LIBANO

Giallo sulla morte di una diplomatica britannica

Il cadavere della donna è stato rinvenuto lungo un'autostrada. E' stata strangolata
Igor il
SPAGNA

La confessione di Igor il "russo"

Ammessi i fatti contestati: usate 18 identità. Il killer ha accettato l'estradizione in Italia
Mattarella e il Papa
BUON COMPLEANNO FRANCESCO

Mattarella: "Auguri da tutti gli italiani"

Il Capo dello Stato: "Ha posto l'attenzione su persona e famiglia". Lo Judice: "Esempio per i giovani"
La locandina del film
STAR WARS

Il lato Chiaro e quello Oscuro de "Gli Ultimi Jedi"

Scelte coraggiose e azzardi, poesia ed errori pericolosi. Cosa pensiamo di Episodio VIII (SPOILER)
Il Pentagono
USA

Il Pentagono: abbiamo indagato sugli Ufo

Il programma è stato avviato nel 2007 e interrotto 5 anni fa per il blocco dei fondi
La tomba della regina Elena
IL RITORNO DEL RE

La salma di Vittorio Emanuele III è in Italia

Sarà sepolto a Vicoforte (Cuneo). Emanuele Filiberto: "Dovrebbe riposare al Pantheon"