MARTEDÌ 04 AGOSTO 2015, 008:30, IN TERRIS

MILLENNIUM DEVELOPMENT GOALS: ANCORA 55 MILIONI DI BAMBINI SENZA ISTRUZIONE PRIMARIA

Gli Obiettivi di sviluppo del Millennio, siglati da 193 paesi Onu nel 2000, scadranno entro la fine del 2015

MILENA CASTIGLI
MILLENNIUM DEVELOPMENT GOALS: ANCORA 55 MILIONI DI BAMBINI SENZA ISTRUZIONE PRIMARIA
MILLENNIUM DEVELOPMENT GOALS: ANCORA 55 MILIONI DI BAMBINI SENZA ISTRUZIONE PRIMARIA
Tra gli otto Obiettivi di sviluppo del Millennio (Millennium Development Goals o MDG), siglati nel 2000 e che tutti i 193 stati membri dell'Onu si sono impegnati a raggiungere entro la fine del 2015, ve n’è uno che prevede di offrire “un’educazione primaria universale, assicurando l’accesso a un ciclo completo di scuola primaria a tutti i bambini nel mondo, maschi e femmine”. Eppure, all’avvicinarsi della scadenza - e del prossimo meeting tra i leader mondiali che sigleranno i nuovi obiettivi dei futuri 15 anni – in fatto di istruzione obbligatoria i risultati ottenuti sono lontani dalle aspettative.

A denunciarlo sono le numerose Ong che operano sul campo. Secondo i dati del 2012, ancora 55 milioni di bambini sono esclusi da qualsiasi tipo di sistema scolastico. Di questi, circa 30 milioni si trovano in Africa subsahariana, circa un terzo della popolazione sotto gli 11 anni. Inoltre, il Medio oriente, il Nord Africa, l’America Latina e i Caraibi sono fermi al 95 per cento del tasso di scolarizzazione. I paesi del sud est asiatico sono in una situazione addirittura peggiore poiché hanno raggiunto la quota del 91 per cento nel 2009 e da allora non ci sono stati miglioramenti.

Non tutto però è negativo. I paesi in via di sviluppo in Asia centrale e orientale e in Europa hanno raggiunto gli standard prefissati dall’obiettivo. Il tasso di iscrizione a un ciclo di studi primari nei paesi in via di sviluppo, infatti, ha raggiunto quota 90 per cento nel 2012, un notevole aumento rispetto all’83 per cento del 2000 e all’80 per cento nel 1990. Inoltre, la percentuale di adulti alfabetizzati nel mondo è passata all’84 per cento rispetto al 76 per cento del 1990.

Con i nuovi obiettivi, l’impegno a garantire l’istruzione universale per i bambini e le bambine entro il 2030 è iscritto nel quarto obiettivo di sviluppo sostenibile (Sdgs) con una formula più completa rispetto alla precedente versione grazie alla presenza degli aggettivi “inclusiva” ed “equa”. Il fine è quello di superare ogni forma di discriminazione, comprese quelle basate sulla disabilità, sul genere, sulla razza, sulla religione, sulla lingua, sull’orientamento sessuale e sullo status socio-economico e di rendere la cultura accessibile a tutti.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
La missione Apollo 11
NASA

Sono online i dialoghi delle missioni Apollo

Le storiche frasi degli astronauti si possono riascoltare grazie ad un software ideato dai ricercatori texani
Esplosione in un impianto di stoccaggio di gas in Austria
AUSTRIA

Esplosione in un impianto di gas: 1 morto

Almeno 60 persone sono rimaste ferite
Medico in corsia (repertorio)
SCIOPERO DEI MEDICI

A rischio 40 mila interventi chirurgici

Incrociano le braccia in 134 mila. Lorenzin: "Sono al loro fianco"
La bandiera del Puerto Rico
I LEADER RELIGIOSI DEL PUERTO RICO

"Stop all'aumento delle tasse o la ripresa sarà impossibile"

Cattolici ed evangelici in una lettera al Congresso Usa: "Non siamo cittadini di serie b"
Catalani al voto (repertorio)
CATALOGNA

Sondaggi incerti: sul voto peserà il dato dell'affluenza

Si recherà alle urne l'82% dei cittadini e questo potrebbe spostare gli equilibri
Telefono in auto

Il rischio del telefono

Le norme draconiane annunciate per combattere l'uso del cellulare in auto, non si faranno perché la...
prostitute
PROSTITUZIONE

Cisl Campania contro la tratta

Una conferenza a Napoli per promuovere strumenti di contrasto al fenomeno
Donald Trump
ATTACCO A NEW YORK

Trump: "Pene più severe per i terroristi"

Appello al Congresso: "Sistema lassista. Urgenti riforme sull'immigrazione"