DOMENICA 03 MAGGIO 2015, 15:05, IN TERRIS

MILANO, I RAGAZZI CON SINDROME DI DOWN DIVENTANO PARRUCCHIERI

Il progetto italo-brasiliano “Bellezza in tutte le sue forme” nasce dalla partnership tra Alfapart e Aipd

MILENA CASTIGLI
MILANO, I RAGAZZI CON SINDROME DI DOWN DIVENTANO PARRUCCHIERI
MILANO, I RAGAZZI CON SINDROME DI DOWN DIVENTANO PARRUCCHIERI
Parte da Milano, ma ha radici in Brasile, il progetto "Bellezza in tutte le sue forme" che ha lo scopo di formare i ragazzi con sindrome di down al lavoro di parrucchieri. L’idea era stata lanciata nel Paese carioca nel 2013 dall'azienda di parrucchieri Alfaparf, sede centrale in provincia di Bergamo, insieme all'ong brasiliana Istituto Meta Social. Sono così cominciati due progetti di formazione a Rio de Janeiro e a San Paolo, ciascuno con sei ragazzi dai 18 ai 25 anni. Nella stagione 2013/2014, ben 47 allievi avevano conseguito il diploma di parrucchiere e 22 di loro avevano successivamente trovato un lavoro. In Italia, i primi 6 candidati hanno iniziato il corso nel febbraio scorso. “La loro ultima lezione è stata fatta il 23 aprile, ora sono impegnati con gli stage in aziende”, spiega Flora Ordura, formatrice del progetto.

L’azienda Alfaparf ha trovato nell’Associazione Italiana Persone Down Bergamo (Aipd) un partner interessato. “Ci sono diversi studi in Italia che dimostrano quanto sia difficile creare non solo opportunità di formazione ma anche di lavoro per ragazzi con la trisomia 21”, aggiunge Ordura. E questo è il grande punto a favore di “Bellezza in tutte le sue forme”, che conta su una squadra di quattro formatori Alfaparf e due educatrici da Aipd che aiutano i giovani apprendisti a svolgere anche un periodo di stage lavorativo. La parte più complessa del progetto è sviluppare nuove capacità motorie nei ragazzi che partecipano: "Il livello di partenza cognitivo e quello della manualità non è uguale per tutti – commenta la formatrice – servono spesso esercizi di psicomotricità specifici per migliorarsi".

Il corso e lo stage aziendale, per i fortunati che sono entrati a far parte del programma, è solo l’inizio di quella che si prospetta come una reale opportunità di integrazione lavorativa. Intanto i sei ragazzi in formazione in Italia hanno già partecipato a Cosmoprof, la fiera della bellezza tenutasi in marzo a Bologna e saranno presenti alla Fiera di Rimini il 25 e il 26 ottobre prossimi, evento a cui aderiscono almeno 4700 parrucchieri provenienti da tutto il mondo. C’è da scommettere che i giovani apprendisti saranno in grado di dare del filo da torcere a tutti.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Pesante sentenza di condanna per un giovane marocchino
TORINO

Sei anni al jihadista "della porta accanto"

Marocchino condannato per terrorismo
Il procuratore Verzera
CATANIA

Anziane sorelle massacrate in casa

Uccise a coltellate. Si segue la pista della rapina
Miliziani dell'Isis
GENOVA

Istigazione al terrorismo, tunisino indagato

Sulla sua pagina Facebook foto e video inneggianti all'Isis
Senato
BIOTESTAMENTO

Si va verso l'approvazione della legge

Passano i primi articoli. Centro Studi Livatino: "Sigillo funesto a un Paese che sta scomparendo"
Un dipendente Ryanair
RYANAIR

Calenda: "Lettera indegna", il Garante: "Incostituzionale"

Il ministro: "Chi è sul mercato deve rispettare le regole". Furlan: "Compagnia arrogante"
Arte sacra, Calabria
ARTE SACRA

La Calabria della fede raccontata in un libro

Il volume raccoglie 173 santuari in altrettante schede con contenuti iconografici, bibliografici e archivistici
Il ciclista Chris Froome
CICLISMO

Chris Froome positivo al doping

Trovate tracce superiori al consentito di salbutamolo. Ad annunciarlo l'Uci
Il logo di Confindustria
CONFINDUSTRIA

"Il Pil cresce, Italia al bivio dopo il voto"

Il Centro studi rivede al rialzo le stime del 2018 ma avverte: "C'è il rischio arretramento"