MERCOLEDÌ 26 AGOSTO 2015, 10:52, IN TERRIS

MESSICO, STOP ALLE CORRIDE A COAHUILA

Il governatore Rubén Moreira ha promulgato la riforma sulla Legge di protezione e trattamento degno degli animali

EDITH DRISCOLL
MESSICO, STOP ALLE CORRIDE A COAHUILA
MESSICO, STOP ALLE CORRIDE A COAHUILA
Le corride perdono fascino anno dopo anno. Non solo per le tragedie che si perpetrano nelle arene (e spesso anche nelle strade, vista la tradizione di liberare tori lungo le vie cittadine), ma anche per le violenze gratuite alle quali sono sottoposti gli animali. La Spagna culturalmente fa più fatica a cambiare rotta, eppure gli esempi non mancano. E anche in Sudamerica le cose stanno cambiando.

Lo Stato messicano di Coahuila è l’ultimo in ordine di tempo, unendosi a quelli di Sonora e Guerrero, che ha vietato la corrida. Il governatore Rubén Moreira, ha promulgato la riforma sulla Legge di protezione e trattamento degno degli animali, che comporta il divieto delle corride di tori, vitelli, giovenche, così come le “tientas” (prove di resistenza al dolore cui i bovini vengono sottoposti) e i “rejoneo” (scontri fra una persona a cavallo e un bovino). «La maggior parte degli abitanti dello Stato è contraria alle corride dei tori, direi che il 100% è contrario alla violenza contro gli animali», ha dichiarato il governatore.

“Le corride sono state promosse da una campagna pubblicitaria e su una presunta tradizione, ma quando vengono mostrate le immagini e le conseguenze delle ferite subite dai tori il rifiuto di questi atti di violenza è unanime”, ha aggiunto. Ha sottolineato che non si tratta solo di violenza, “financo di tortura nel modo in cui sono sacrificati”. Il divieto, ha detto, risponde alla raccomandazione del Comitato delle bambine e dei bambini dell’Onu, che l’8 giugno scorso a Ginevra ha chiesto agli Stati membri di “vietare questi atti di brutalità” che comportano “uso ingiustificato di violenza, disprezzo degli animali e sfruttamento con tortura e maltrattamenti”.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
L'esultanza del Milan al termine del match contro il Bologna
CALCIO | SERIE A

Frenano Roma e Napoli, sorride il Milan

Giallorossi e partenopei fermati sullo 0-0 da Chievo e Fiorentina. Primo successo per Gattuso, ok Udinese e Sassuolo
Monsignor Antonio Riboldi
NAPOLI

Addio a monsignor Riboldi, protagonista della lotta alla camorra

Il vescovo emerito di Acerra (Napoli) si è spento all'età di 94 anni
Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella
MATTARELLA

"Il rispetto dei diritti umani è il pilastro di una società giusta"

Il messaggio del presidente della Repubblica in occasione della Giornata mondiale per i diritti umani
Il Duomo di Milano
CONCERTO DI NATALE

Arie sacre in Duomo di Milano

In scaletta le più belle "Ave Maria" del reportorio classico
Spelacchio
NATALE A ROMA

"Spelacchio", l'albero più sbeffeggiato sui social

L'abete di Piazza Venezia è considerato uno dei peggiori che Roma Capitale abbia mai avuto
La Stazione spaziale internazionale
MICRORGANISMI IN ORBITA

Trovati batteri terrestri all'interno della Stazione Spaziale

Sono stati portati in orbita dagli astronauti