MAXI TEMPESTA DI SABBIA E DUBAI DIVENTA MARTE

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:30

Una forte tempesta di sabbia ha colpito le città di Dubai, Abu Dhabi e altre località degli Emirati Arabi che si affacciano sul Golfo Persico, determinando per molte ore la scomparsa del sole. L’assenza di luce e la fitta foschia color arancione hanno trasformato il consueto paesaggio, facendolo piombare quasi in un’atmosfera surreale, quasi marziana. I turbibi di sabbia e la scarsa visibilità hanno provocato 135 incidenti stradali nella sola Dubai, molti voli aerei sono stati sospesi e alcuni scali aeroportuali hanno chiuso.

Molte persone per potersi muovere hanno dovuto indossare mascherine per proteggere le vie respiratorie dalla sabbia e, soprattutto nelle zone rurali dove la tempesta ha colpito con più violenza, gli abitanti sono stati invitati a rimanere il più possibile in casa, in particolare chi soffre di allergie o di particolari condizioni di salute.

Le foto scattate nella città e che sono circolate in rete, mostrano come strade, palazze e cantieri in costruzione siano avvolti da una foschia dal colore che varia da un arancione tenue e in alcuni casi a un rosso più intenso. Gli operai al lavoro o i turisti che passeggiano cercano di ripararsi meglio che possano, ma sembrano quasi passeggiare per le zone deserte di Marte.

Non è la prima volta che Dubai o gli Emirati Arabi vengono colpiti da fenomeni como questo, infatti nel 2012 la tempesta di sabbia che si abbattè sulla zona fuu molto più intensa. Molti disagi sono stati segnalati anche nella zona dell’Emirato del Qatar, dove è stata ordinata la chiusura di tutte le scuole.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.