LUNEDÌ 08 GIUGNO 2015, 19:45, IN TERRIS

LUTTO NEL MONDO DEI GIOCATTOLI: È MORTO BRANDSTÄTTER, IL PAPÀ DEI PLAYMOBIL

L’81enne è morto mercoledì 3 giugno, ma la notizia è stata diffusa solo lunedì dal portavoce dell’azienda

AUTORE OSPITE
LUTTO NEL MONDO DEI GIOCATTOLI: È MORTO BRANDSTÄTTER, IL PAPÀ DEI PLAYMOBIL
LUTTO NEL MONDO DEI GIOCATTOLI: È MORTO BRANDSTÄTTER, IL PAPÀ DEI PLAYMOBIL
È morto Horst Brandstätter, proprietario unico dell’azienda di giocattoli tedesca Brandstätter e noto al mondo per aver prodotto i famosi pupazzetti della linea Playmobil. Brandstätter, che aveva 81 anni, è morto mercoledì 3 giugno, ma la notizia è stata diffusa solo lunedì 8 giugno da un portavoce dell’azienda. Il successo del suo giocattolo più famoso – che l’anno scorso ha festeggiato i suoi primi 40 anni di produzione – è nato come risposata alla necessità di fare economia a causa dell’improvviso aumento del prezzo del petrolio.

Prima della creazione dei Playmobil, infatti, la Geobra Brandstätter produceva giocattoli in plastica relativamente voluminosi (registratori di cassa, trattori a pedali) ma, a fronte dell'aumento del prezzo della materia prima, decise di fabbricare dei giocattoli più piccoli. Allora un dipendente, Hans Beck, ebbe l'idea di creare dei pupazzetti, provvisti di accessori. Fece così testare i prototipi ai suoi nipotini, che subito ne andarono matti, e nel 1974 la linea venne presentata alla Fiera del giocattolo di Norimberga.

I Playmobil furono un successo immediato: già nel 1976 la produzione venne triplicata. In un’intervista rilasciata nel 2013 allo Spiegel, Brandstätter raccontò come, all’epoca della loro diffusione sul mercato, l’azienda stesse attraversando un brutto periodo finanziario: “Il loro successo – rivela - ci ha salvati dalla bancarotta”. Riportando qualche cifra, dal 1974 a oggi sono stati prodotti circa 2,7 miliardi di personaggi dal caratteristico sorriso e oltre 30 temi di gioco differenti, dai cowboy allo spazio, dai pirati agli antichi egizi. La Brandstätter è attualmente la più grande azienda di giocattoli della Germania con entrate per 600 milioni di euro e 3.700 dipendenti. Non è chiaro a chi verrà lasciata la presidenza: per il momento la Brandstätter è gestita dal proprio consiglio di amministrazione.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Esempi di colture in una 'serra marziana' (fonte: Enea)
HORTEXTREME

Il primo "orto marziano" è Made in Italy

Ben 4 le prime verdure consegnate al Forum spaziale austriaco
 Rebecca Dykes, la vittima
LIBANO

Giallo sulla morte di una diplomatica britannica

Il cadavere della donna è stato rinvenuto lungo un'autostrada. E' stata strangolata
Igor il
SPAGNA

La confessione di Igor il "russo"

Ammessi i fatti contestati: usate 18 identità. Il killer ha accettato l'estradizione in Italia
Il luogo dell'esplosione
MOLOTOV CONTRO LA POLIZIA

S'indaga anche negli ambienti ultras

Il commissariato Prati gestisce il servizio d'ordine durante le partite all'Olimpico
Mattarella e il Papa
BUON COMPLEANNO FRANCESCO

Mattarella: "Auguri da tutti gli italiani"

Il Capo dello Stato: "Ha posto l'attenzione su persona e famiglia". Lo Judice: "Esempio per i giovani"
La locandina del film
STAR WARS

Il lato Chiaro e quello Oscuro de "Gli Ultimi Jedi"

Scelte coraggiose e azzardi, poesia ed errori pericolosi. Cosa pensiamo di Episodio VIII (SPOILER)