LUNEDÌ 22 GIUGNO 2015, 002:24, IN TERRIS

L'UOMO INQUINA LA TERRA DA ALMENO 400MILA ANNI

Il fuoco prodotto all’interno delle caverne era inquinante perché aveva effetti dannosi sulla salute umana

MILENA CASTIGLI
L'UOMO INQUINA LA TERRA DA ALMENO 400MILA ANNI
L'UOMO INQUINA LA TERRA DA ALMENO 400MILA ANNI
Quanti pensano che l’inquinamento sia un prodotto della modernità, sorto con la rivoluzione industriale ottocentesca, dovrà amaramente ricredersi perché, al contrario, è un fenomeno “vecchio” di ben 400mila anni. La dimostrazione proviene da una recente scoperta fatta in Israele e pubblicata sulla rivista Quaternary International. Gli archeologi hanno infatti rinvenuto nel sito paleolitico della grotta di Qesem, a 12 chilometri da Tel Aviv, 4 denti con del tartaro antichi di 400mila anni che rivelano gli usi – e abusi - dei nostri antenati cavernicoli.

Il tartaro è normalmente considerato uno dei grandi nemici per la salute dei denti, ma quello trovato degli archeologi rivela ulteriori preziose informazioni sui proprietari. All'interno dei residui di tartaro, infatti, i ricercatori dell'Università Autonoma di Barcellona - guidati dalla prof. Karen Hardy - hanno scoperto tracce di polveri di carbone, molto probabilmente dovute all'inalazione del fumo prodotto da fuochi accesi ogni giorno all'interno dei rifugi per cucinare. In ambienti chiusi, spiegano i ricercatori, i fumi avevano certamente un effetto dannoso sulla salute degli abitanti dei rifugi, come testimoniano i denti, e per questo si possono considerare come i primi inquinanti umani.

Dalle analisi del tartaro emergono però anche altri aspetti importanti. Uno di questi è che già nel Paleolitico l'uomo macellava la carne, la cucinava e ne usava ogni parte, dal midollo fino alle ossa, usate poi come strumenti di lavoro. Nei denti sono presenti anche tracce di semi e fibre, che erano evidentemente parte della dieta quotidiana, e fibre vegetali di piccole dimensioni che - secondo i ricercatori - indicherebbe l'uso di stuzzicadenti per eliminare i residui di cibo rimasti incastrati.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Il Papa incontra Acr
AZIONE CATTOLICA RAGAZZI

Il Papa: "Fissate l'obiettivo sulle periferie"

Udienza del Pontefice ad Acr: "Siate buoni fotografi della realtà che vi circonda"
Il cardinale Camillo Ruini
BIOTESTAMENTO

Card. Ruini: “Così si apre all’eutanasia”

Il porporato intervistato su Repubblica
I coniugi Sherman
TORONTO

Trovato morto il "re" del farmaco generico

Le condoglianze del premier Trudeau
Paolo Gentiloni e Maria Elena Boschi in una foto d'archivio
BRUXELLES

Gentiloni difende il ministro Boschi

Il premier: "Ha chiarito, sarà candidata Pd"
Rahul Gandhi
INDIA

Rahul Gandhi è il leader del Partito del Congresso

Nipote di Indira, succede alla madre, l'italo-indiana Sonia
Il Muro del Pianto
GERUSALEMME

La Casa Bianca: "Il Muro del Pianto è parte di Israele"

Fonti dell'amministrazione: "Impensabile uno scenario diverso". Scontri e morti nella regione