MERCOLEDÌ 24 AGOSTO 2016, 002:10, IN TERRIS

LOTTA AL BRACCONAGGIO: ECCO L' APP CHE AIUTA I RANGER A IDENTIFICARE I CRIMINI CONTRO LA NATURA

In questo modo i ranger sono riusciti a individuare velocemente le aree più vulnerabili alle attività illegali

REDAZIONE
LOTTA AL BRACCONAGGIO: ECCO L' APP CHE AIUTA I RANGER A IDENTIFICARE I CRIMINI CONTRO LA NATURA
LOTTA AL BRACCONAGGIO: ECCO L' APP CHE AIUTA I RANGER A IDENTIFICARE I CRIMINI CONTRO LA NATURA
La lotta ai crimini contro la natura e la fauna, dal bracconaggio al traffico di animali selvatici, da oggi avrà un'arma in più: una applicazione per telefonini. Si tratta di una piattaforma informatica che, raccogliendo e analizzando dati sui pattugliamenti dei ranger, ha permesso di far aumentare del 250% l'individuazione di casi di attività illegali senza spendere ulteriore denaro.

Sono questi i sorpendenti risultati raggiunti da un team di scienziati della Wildlife Conservation Society (Wcs), dell'Università di York e della Wildlife Authority dell'Uganda grazie all'utilizzo del sistema Smart (Spatial Monitoring and Reporting Tool). Utilizzando i dati dei ranger raccolti con la piattaforma - scaricabile gratuitamente e usata in 120 aree protette di 43 Paesi - i ricercatori hanno sviluppato un metodo per migliorare la distribuzione delle pattuglie di controllo, indirizzandole su diversi obiettivi di conservazione.

In questo modo i ranger sono riusciti a individuare velocemente le aree più vulnerabili alle attività illegali, concentrando lì i loro sforzi. A fare da terreno di prova è stata l'area protetta Queen Elizabeth in Uganda, dove grazie alle informazioni raccolte dall'applicazione l'individuazione di casi di bracconaggio e di altre attività illegali è più che triplicata. Un risultato raggiunto, tra l'altro, senza aver aumentato le risorse a disposizione dei ranger, ma solo distribuendole meglio sul territorio.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Filippine, il monte Mayon in fase di eruzione
FILIPPINE

Allarme Mayon: il vulcano in fase di eruzione

Villaggi sommersi dalla cenere e rischio colate piroclastiche: evacuate 30 mila persone
Congresso degli Stati Uniti
USA

Shutdown, accordo bipartisan per la revoca

Lo annuncia il leader della minoranza democratica, Schumer: "voteremo per riaprire il governo federale"
Sparatoria a Bellona, nel casertano
PAURA NEL CASERTANO

Uccide la moglie e spara ai passanti, poi si toglie la vita

Morto suicida il 48enne, guardia giurata, che ha seminato il terrore a Bellona dopo aver assassinato la moglie
Una valanga sulle Alpi
MALTEMPO AL NORD

Tre metri di neve in Val Senales. Pericolo valanghe sulle Alpi

Oltre un centinaio di turisti sono rimasti bloccati a causa della chiusura delle strade che portano a valle
CORIGLIANO CALABRO

Spara al figlio e alla nuora e poi si barrica in casa: arrestato

A finire in manette un uomo di 85 anni. Ignoti i motivi del gesto
Carles Puigdemont
CATALOGNA

Puigdemont: "Voglio formare un nuovo governo"

Le "minacce di Madrid" non spaventano l'ex president. "Non capitoliamo davanti all'autoritarismo"