GIOVEDÌ 28 MAGGIO 2015, 11:35, IN TERRIS

#LIVINGTOGETHER: GLI UNIVERSITARI DI PADOVA A CENA CON I SENZA TETTO DELLA CITTA'

L’Ateneo patavino apre le porte ai poveri grazie alla collaborazione degli studenti e della Comunità di Sant’Egidio

MILENA CASTIGLI
#LIVINGTOGETHER: GLI UNIVERSITARI DI PADOVA A CENA CON I SENZA TETTO DELLA CITTA'
#LIVINGTOGETHER: GLI UNIVERSITARI DI PADOVA A CENA CON I SENZA TETTO DELLA CITTA'
Questa sera gli studenti di Università solidale di Padova e il movimento dei giovani della Comunità di Sant’Egidio organizzano una cena con i profughi e i senza dimora nel quartiere universitario di Padova: è la festa #livingtogether, la città di tutti. Molti negozianti della zona hanno voluto contribuire alla serata. “È l’immagine di una città accogliente, in cui c’è posto per tutti, segno che vivere insieme è possibile”, sottolineano i promotori, che aggiungono: “Già da diverse settimane gli studenti della Sant’Egidio vanno a visitare i profughi presenti in città e nella provincia. Nell’incontro si superano timori e distanze: con molti è nata una bella amicizia”. La cena sarà preceduta alle 19,00 da una preghiera per la pace e per tutto coloro che fuggono dalle guerre.

Dopo Roma e Genova, Padova è la terza Università in questi ultimi anni ad aprire le sue porte ai poveri della città. Più di cento studenti sono stati coinvolti nella preparazione dell’incontro facendosi interpreti in maniera originale dell'identità stessa che caratterizza da sempre la vita dell'Ateneo patavino: l'apertura universale e la cultura della solidarietà. In un momento difficile per gli effetti della crisi economica, ma anche di crisi di idee e di prospettive a lungo termine, l'incontro fra gli universitari e i poveri di strada è stato un segno per l'intera città di Padova: vivere insieme è possibile ed è la chiave per il futuro.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Esempi di colture in una 'serra marziana' (fonte: Enea)
HORTEXTREME

Il primo "orto marziano" è Made in Italy

Ben 4 le prime verdure consegnate al Forum spaziale austriaco
 Rebecca Dykes, la vittima
LIBANO

Giallo sulla morte di una diplomatica britannica

Il cadavere della donna è stato rinvenuto lungo un'autostrada. E' stata strangolata
Igor il
SPAGNA

La confessione di Igor il "russo"

Ammessi i fatti contestati: usate 18 identità. Il killer ha accettato l'estradizione in Italia
Il luogo dell'esplosione
MOLOTOV CONTRO LA POLIZIA

S'indaga anche negli ambienti ultras

Il commissariato Prati gestisce il servizio d'ordine durante le partite all'Olimpico
Mattarella e il Papa
BUON COMPLEANNO FRANCESCO

Mattarella: "Auguri da tutti gli italiani"

Il Capo dello Stato: "Ha posto l'attenzione su persona e famiglia". Lo Judice: "Esempio per i giovani"
La locandina del film
STAR WARS

Il lato Chiaro e quello Oscuro de "Gli Ultimi Jedi"

Scelte coraggiose e azzardi, poesia ed errori pericolosi. Cosa pensiamo di Episodio VIII (SPOILER)