MERCOLEDÌ 06 MAGGIO 2015, 004:30, IN TERRIS

AMNESTY INTERNATIONAL DENUNCIA L’INFINITA STRAGE DI ALEPPO

Nella città siriana gli scontri tra le forze governative e i ribelli sono sempre più accesi

REDAZIONE
AMNESTY INTERNATIONAL DENUNCIA L’INFINITA STRAGE DI ALEPPO
AMNESTY INTERNATIONAL DENUNCIA L’INFINITA STRAGE DI ALEPPO
Il terrore regna sovrano nella seconda città siriana, Aleppo, straziata da cinque anni di guerra civile, dove gli scontri tra le forze governative e i ribelli sono da sempre più accesi. A subirne le maggiori conseguenze sono i civili, a causa delle continue stragi. Lo denuncia Amnesty International in un nuovo rapporto intitolato “Morte ovunque: crimini di guerra e altre violazioni dei diritti umani ad Aleppo” in cui vengono denunciati “crimini di guerra”.

Un abitante di Aleppo ha definito la città come un “girone infernale, con le strade piene di sangue”. La popolazione è costretta a rifugiarsi in bunker sotterranei per sfuggire agli incessanti bombardamenti aerei delle forze governative contro i quartieri controllati dalle forze dei ribelli. L’intensità dei bombardamenti, ad opera degli aerei del governo siriano, è aumenta nelle ultime settimane in risposta ad un’offensiva dei ribelli.

Nel documento dell’associazione è denunciato il susseguirsi di attacchi aerei con barili bomba (barili di petrolio, taniche di benzina o bombole di gas imbottiti di esplosivo, olio combustibile e frammenti metallici) da parte del regime siriano sulle zone della città controllate dai ribelli. Le esplosioni hanno effetti imprevedibili: nelle strade della città si vedono corpi straziati e martoriati. I medici che stanno svolgendo il loro lavoro ad Aleppo hanno affermato di non aver mai visto in nessun libro di medicina il tipo di ferite che queste bombe possono causare. Nel mirino dei bombardamenti anche luoghi di culto, scuole, zone residenziali ed ospedali. La maggioranza delle vittime di questi raid aerei sono civili: secondo il gruppo “Violations Documentation Center” dal 2014 ad oggi sono stati uccisi oltre i 3.200 civili. Tuttavia il governo siriano ha negato l’uso di barili bomba negli attacchi aerei e non ha ammesso neanche una vittima civile.

Il direttore del programma Medio Oriente di Amnesty International, Philip Luther ha dichiarato: “Le atrocità dilaganti da parte delle forze governative hanno reso sempre più insopportabile la vita per la popolazione di Aleppo. Questi attacchi fanno parte di una strategia politica che intende colpire di proposito i civili con attacchi che costituiscono crimini di guerra e contro l’umanità”.

Nel rapporto sono accusati i ribelli di aver commesso crimini contro l’umanità utilizzando colpi di mortaio e razzi artigianali in attacchi contro i civili. Nello stesso documento si fa menzione circa il massiccio ricorso alla tortura, detenzione arbitraria e sequestro di civili all’interno della città da parte dei gruppi dell’opposizione armata e le forze del regime. A più di un anno dall’approvazione dell’Onu di una risoluzione per fermare le violazioni dei diritti umani, ammonendo che ci sarebbero state conseguenze se il governo non l’avesse rispettata, la comunità internazionale sta voltando le spalle ai cittadini di Aleppo, mostrando fredda indifferenza dinanzi ad una gravissima tragedia umana.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
VITERBO

Anziani coniugi trovati morti in casa

La coppia era stata avvolta nel cellophane. Ricercato il figlio che viveva con loro
COPPA ITALIA

Fiorentina e Milan, tris per i quarti

Stese Samp e Verona (3-2 e 3-0): derby al prossimo turno per Gattuso. Forte contestazione a Donnarumma
Giuseppe Sala
EXPO 2015

Sala accusato di concorso in abuso d'ufficio

Al sindaco di Milano è stato contestato il reato in relazione al capitolo "verde" dell'appalto per la...
Silvio Berlusconi
RISCHIO STRAPPO

Berlusconi: "Salvini? Fa i capricci"

Il leader del Carroccio duro dopo il 'no' di Forza Italia alle legge sui reati gravissimi: "Stop agli...
Pesante sentenza di condanna per un giovane marocchino
TORINO

Sei anni al jihadista "della porta accanto"

Marocchino condannato per terrorismo
Il procuratore Verzera
CATANIA

Anziane sorelle massacrate in casa

Uccise a coltellate. Si segue la pista della rapina
Miliziani dell'Isis
GENOVA

Istigazione al terrorismo, tunisino indagato

Sulla sua pagina Facebook foto e video inneggianti all'Isis
Senato
BIOTESTAMENTO

Si va verso l'approvazione della legge

Passano i primi articoli. Centro Studi Livatino: "Sigillo funesto a un Paese che sta scomparendo"