L’India taglia le spese: proibiti i voli di lusso e le auto blu

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:12

Troppe spese per il governo indiano di Narendra Modi: Il ministero delle Finanze, in una circolare pubblicata ieri sul suo website, ha deciso di tagliare del 10% le spese dei dicasteri e dipartimenti per il 2014/2015, con l’obiettivo di contenere il deficit statale. L’esecutivo spendaccione dovrà dire addio a conferenze in hotel a cinque stelle e viaggi aerei in prima classe.

Le misure stabilite dal ministero riguardano quindi gli eventi all’estero, l’acquisto di auto blu, le nuove assunzioni non strettamente necessarie e i voli interni e internazionali. Colpiti in particolare i costosi viaggi che il governo di Narendra Modi ha effettuato: “I viaggi in prima classe che sono aboliti, mentre nell’acquisto dei biglietti sara’ scelta la tariffa meno cara. Non sarà dato nessun volo gratuito ad accompagnatori”.

“L’organizzazione di mostre, seminari e conferenze all’estero – si legge nel comunicato del ministero – è fortemente scoraggiata eccetto nei casi di promozione commerciale“. E’ proibito, inoltre, tenere incontri e conferenze in hotel a cinque stelle “eccetto nei casi di incontri bilaterali o multilaterali”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.