SABATO 01 AGOSTO 2015, 005:00, IN TERRIS

LIBERIA, L'UNICEF IMPEGNATO IN UNA CAMPAGNA DI REGISTRAZIONE DELLE NASCITE DI OLTRE 70 MILA BAMBINI

Senza l'iscrizione nei registri non potranno avere la cittadinanza, l'accesso all'assistenza sanitaria di base e saranno più esposti al traffico di minori

REDAZIONE
LIBERIA, L'UNICEF IMPEGNATO IN UNA CAMPAGNA DI REGISTRAZIONE DELLE NASCITE DI OLTRE 70 MILA BAMBINI
LIBERIA, L'UNICEF IMPEGNATO IN UNA CAMPAGNA DI REGISTRAZIONE DELLE NASCITE DI OLTRE 70 MILA BAMBINI
Il Fondo delle Nazioni Unite per l'infanzia (Unicef) sta sostenendo un'iniziativa del governo liberiano per registrare più di 70 mila bambini le cui nascite non sono state registrate durante la crisi dell'ebola, lasciandoli esposti all'emarginazione e all'esclusione sociale. Secondo i dati del ministero della Salute di Monrovia, le registrazioni delle nascite nel 2014 e nel 2015 sono calate sensibilmente rispetto ai livelli pre-crisi: nel 2013, prima della comparsa del virus, sono state registrate 79 mila nascite, mentre nel 2014 il numero di registrazioni è crollato a 48 mila, in calo del 39 per cento rispetto all'anno precedente. Dall'inizio di quest'anno sono stati invece solo 700 le nascite registrate.

"I bambini che non sono stati registrati al momento della nascita ufficialmente non esistono", ha dichiarato Sheldon Yett, rappresentante dell'Unicef in Liberia. "Senza la cittadinanza, i bambini della Liberia, che hanno già sperimentato sofferenze terribili a causa dell'ebola, sono a forte rischio emarginazione dal momento che non hanno diritto di accedere all'assistenza sanitaria di base e ai servizi sociali e di ottenere documenti di identità, restando esposti a rimanere vittime del traffico di minori e delle adozioni illegali", ha aggiunto Yett. L'Unicef supporterà il processo di registrazione attraverso la formazione e la logistica e avvierà entro la fine di quest'anno una campagne di sensibilizzazione nazionale con l'obiettivo di raggiungere tutti i bambini non registrati nel 2014 e nel 2015.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Il Papa incontra Acr
AZIONE CATTOLICA RAGAZZI

Il Papa: "Fissate l'obiettivo sulle periferie"

Udienza del Pontefice ad Acr: "Siate buoni fotografi della realtà che vi circonda"
Il cardinale Camillo Ruini
BIOTESTAMENTO

Card. Ruini: “Così si apre all’eutanasia”

Il porporato intervistato su Repubblica
I coniugi Sherman
TORONTO

Trovato morto il "re" del farmaco generico

Le condoglianze del premier Trudeau
Paolo Gentiloni e Maria Elena Boschi in una foto d'archivio
BRUXELLES

Gentiloni difende il ministro Boschi

Il premier: "Ha chiarito, sarà candidata Pd"
Rahul Gandhi
INDIA

Rahul Gandhi è il leader del Partito del Congresso

Nipote di Indira, succede alla madre, l'italo-indiana Sonia
Il Muro del Pianto
GERUSALEMME

La Casa Bianca: "Il Muro del Pianto è parte di Israele"

Fonti dell'amministrazione: "Impensabile uno scenario diverso". Scontri e morti nella regione