LUNEDÌ 22 AGOSTO 2016, 000:05, IN TERRIS

LE API SONO IN PERICOLO: I PESTICIDI LE STANNO UCCIDENDO TUTTE

Tra il 1994 e il 2011 c'è stato un declino delle api in media tre volte maggiore tra le specie che si nutrivano nei campi di colza

REDAZIONE
LE API SONO IN PERICOLO: I PESTICIDI LE STANNO UCCIDENDO TUTTE
LE API SONO IN PERICOLO: I PESTICIDI LE STANNO UCCIDENDO TUTTE
L'utilizzo di pesticidi neonicotinoidi nei campi di colza determina un impatto negativo sulle api, causandone la moria. Tale correlazione tra l’uso di insetticidi neurotossici - derivati della nicotina e introdotti in alternativa al para-diclorodifeniltricloroetano (Ddt) dopo che questo è stato bandito in diversi Paesi tra i quali l’Italia a partire dal 1978 - e il declino delle popolazioni di api selvatiche è stata oramai, e in modo incontrovertibile, accertata da uno studio inglese.

La ricerca, pubblicata su "Nature Communications" e guidata dal Centre for Ecology and Hydrology, ha esaminato l’esposizione di 62 specie di api alla classe di pesticidi chiamati neonicotinoidi nell’arco di 17 anni, confermando, così, gli studi condotti da Dara Stanley, docente di ecologia vegetale all’Università nazionale d’Irlanda, nel 2015.

Tra il 1994 e il 2011, cioè nel periodo in cui è stato introdotto su vasta scala commerciale l'utilizzo dei neonicotinoidi nei campi destinati alla coltivazione della colza, i ricercatori - coordinati da Ben A. Woodcock del Centre for Ecology and Hydrology di Wallingford (Regno Unito)-  hanno indagato sulle variazioni nelle popolazioni di 62 specie di api selvatiche, rilevando un declino delle api in media tre volte maggiore tra le specie che si nutrivano nei campi di colza rispetto a quelle che invece ricavavano il nettare da diverse specie floreali, causato anche dalla perdita delle capacità di impollinazione.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Dia
CAMORRA

Arrestate quattro donne nel napoletano

L'indizio nei loro confronti è di delitto di ricettazione aggravata
Donna abusata

Stupri: chi non condanna è complice

Un nuovo efferato stupro ai danni di una donna italiana. Legata con filo telefonico, è stata violentata ad Asti...
Rex Tillerson
CRISI COREANA

Tillerson apre a Pyongyang

Il segretario di Stato: "Disponibili a colloqui ma serve un periodo di tranquillità"
IMPRESA SFIORATA

Pordenone eroico: all'Inter servono i rigori

Nerazzurri bloccati sullo 0-0 ma ai quarti dopo i penalty. Gli ospiti di Serie C colpiscono anche un palo
Masiello esulta dopo il gol-vittoria
CALCIO | SERIE A

Genoa, Marassi stregato: l'Atalanta passa 1-2

Ilicic e Masiello ribaltano Bertolacci. Altro k.o. interno per il Grifone, il primo per Ballardini.
Corte costituzionale
LEGGE ELETTORALE

Rosatellum, la Corte costituzionale boccia i ricorsi

Palazzo della Consulta giudica "inammissibili i conflitti di attribuzione tra poteri dello Stato
Ryanair
LA MOBILITAZIONE

Ryanair, altolà ai dipendenti: "Sanzioni se scioperate"

Lettera del capo del personale ai piloti italiani: "Attenetevi ai turni previsti"
Akayed Ullah
ATTACCO A NEW YORK

Ullah incriminato per terrorismo

L'uomo navigava spesso su siti jihadisti. Prima di colpire aveva scritto: "Trump hai fallito"