VENERDÌ 24 LUGLIO 2015, 003:00, IN TERRIS

L'ALLARME DI AMNESTY: "PENA DI MORTE A VELOCITA' RECORD IN IRAN". NEL 2015 649 ESECUZIONI

La maggior parte delle persone messe a morte nel corso di quest'anno erano tutte accusate di crimini legati al traffico di droga

EDITH DRISCOLL
L'ALLARME DI AMNESTY:
L'ALLARME DI AMNESTY: "PENA DI MORTE A VELOCITA' RECORD IN IRAN". NEL 2015 649 ESECUZIONI
Sono dati allarmanti quelli pubblicati da Amnesty International, ma si tratterebbe di "dati credibili" che smentiscono quelli diffusi da Theran. Il rapporto scioccante divulgato dall'Ong mostra come nel corso del 2015, prendendo in esame un lasso di tempo fino al 15 luglio, siano circa 649 le persone che sono finte sul patibolo. Più o meno tre al giorno.

Un rapporto che mostra come le esecuzioni capitali vengano eseguite ad un ritmo serrato e che smentiscono i dati ufficiali forniti da Theran che per lo stesso periodo parlano di 246 condannate a morte. Inoltre l'organizzazione umanitaria ha denunciato quattro esecuzioni effettuate nel mese del Ramadan che si è appena concluso. Di solito in questo mese, sacro per i musulmani entra in vigore una moratoria.

Nel 2014 invece sono 753 le persone che sono state portate al patibolo, secondo i dati forniti da Ahmed Shaheed, inviato speciale delle Nazioni Unite nel Paese. La maggior parte delle persone messe a morte nel corso di quest'anno erano tutte accusate di crimini legati al traffico di droga.

"Se il ritmo rimarrà questo . ha affermato Said Boumedouha, vice direttore di Amnesty International per il Medio Oriente e il Nord Africa - arriveremo a più di mille morti quest'anno. E' un quadro sinistro che conferma un piano premeditato di uccisioni di massa da parte dello Stato. L'uso della pena di morte - ha aggiunto -  è sempre orribile ma preoccupa di più in un Paese come l'Iran dove i processi sono chiaramente pilotati".
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
IMPRESA SFIORATA

Pordenone eroico: all'Inter servono i rigori

Nerazzurri bloccati sullo 0-0 ma ai quarti dopo i penalty. Gli ospiti di Serie C colpiscono anche un palo
Masiello esulta dopo il gol-vittoria
CALCIO | SERIE A

Genoa, Marassi stregato: l'Atalanta passa 1-2

Ilicic e Masiello ribaltano Bertolacci. Altro k.o. interno per il Grifone, il primo per Ballardini.
Corte costituzionale
LEGGE ELETTORALE

Rosatellum, la Corte costituzionale boccia i ricorsi

Palazzo della Consulta giudica "inammissibili i conflitti di attribuzione tra poteri dello Stato
L'esondazione dell'Enza a Lentigione (ph Reggionline)
MALTEMPO

Esonda la Parma, allagata la Reggia di Colorno

Trovato senza vita sotto una valanga l'ex sindaco di Vogogna
Il Presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni
GENTILONI

"Il mancato accordo su Brexit è un pericolo per la Ue"

L'intervento del Premier al Senato in vista del prossimo Consiglio europeo di Bruxelles
Polizia di Stato
ASTI

Sequestrata e abusata per 24 ore: arrestati due tunisini

Polizia libera la donna trentenne. Indagato in concorso un terzo tunisino
La Reggia di Caserta
CROLLO NELLA SALA DELLE DAME

Reggia di Caserta: al via controlli intonaci e restauro soffitti

Il restauro del soffitto danneggiato dovrebbe essere ultimato entro al fine di gennaio 2018
Il Papa con alcuni migranti
CONVEGNO

Chiese unite contro la xenofobia

Da domani vertice ecumenico in Vaticano