La musica classica si muove: concerti presso le residenze sanitarie degli anziani

Musicoterapia

Che si ascolti o si interagisca, secondo gli studi di diverse Università nazionali e internazionali, la musica, in particolare alcuni compositori di musica classica, son responsabili di un aumentato senso di benessere e di una corrispondente diminuzione di disturbi psico- fisici di varia gravità. Al di là degli obiettivi ambiziosi o terapeutici, la musica, momento di approfondimento culturale o soltanto di svago, sarà al centro dell’evento artistico promosso da Livia Rigano a Varese, che porterà i concerti dei compositori classici presso le strutture residenziali-sanitarie per allietare gli anziani.

Una iniziativa gratuita che vedrà esibirsi in diversi concerti aperti a tutti e gratuiti ma che si svolgeranno presso le residenze per anziani. La prima partirà domani presso la Fondazione Ronzoni e vedrà impeganate, Manuela Matis al violino e Maria Grazia Petrali al piano, in un programma ricco che riproporrà le composizioni da Bach a Beethoven, fino al maestro Paganini oltre ad altri noti musicisti. A Besozzo la seconda tappa, domenica 29 marzo con un duo di pianoforte a quattro mani composto da Sabrina Dente e Annamaria Garibaldi e domenica 12 aprile, l’esibizione del pianista Valerio Premuroso.

Altri tre appuntamenti a partire da sabato 23 maggio, questa volta la sede sarà la  Residenza di Malnate che ospiterà, il trio di corni formato da Maria Teressa Battitessa, Sergio Casellato e Stefano Sala, mentre domenica 14 giugno Luca Torrigiani al pianoforte e Lapo Vanucci alla chitarra si alterneranno con il repertorio classico per regalare emozioni agli anziani della struttura di Malnate. Dedicata al pianoforte, la chiusura per domenica 12 luglio, con il duo di pianoforte a quattro mani di Ilaria Da Vite e Ivana Zincone. Una bella occasione per regalare momenti piacevoli e portare la musica alle orecchie di chi non può recarsi presso le sale e i teatri per ascoltarle.