MARTEDÌ 14 APRILE 2015, 005:00, IN TERRIS

KENYA, PARTE IL PROGETTO "AGRIPNEUR" CONTRO LA DISOCCUPAZIONE GIOVANILE

E' Iniziato a Marzo e vede coinvolti giovani neo laureati ai quali verranno insegnate le moderne tecniche agricole e l'imprenditoria

MILENA CASTIGLI
KENYA, PARTE IL PROGETTO
KENYA, PARTE IL PROGETTO "AGRIPNEUR" CONTRO LA DISOCCUPAZIONE GIOVANILE
Il Kenya punta sui giovani agricoltori per ridurre la disoccupazione – vera piaga sociale tra gli under 30 - e la fame che colpisce vaste aree del Paese a causa della popolazione in rapidissima crescita. Il progetto chiamato “agripreneur” – imprenditori agricoli – è stato lanciato a marzo e ha coinvolto diversi neo laureati di un’unica regione di provenienza. Sebbene i ragazzi siano specializzati in vari campi, verranno istruiti in teoria e in pratica sulle tecniche agricole moderne e sull'imprenditoria. In caso di successo, il modello verrebbe esteso in tutto il Paese africano.

Il progetto keniota ha preso spunto dal suo “gemello” chiamato “Iita Youth Agripreneurs” (giovani imprenditori agricoli) e lanciato per la prima volta tre anni fa in Nigeria. I buoni risultati raggiunti dallo Stato che si affaccia nel Golfo di Guinea, ha spinto il governo locale ad intraprendere lo stesso percorso. “Grazie ad ‘agripreneurs’ – ha dichiarato il presidente della regione di Kibwezi, Oscar Musembi Marco - siamo sulla buona strada per trasformare la contea di Makueni da area a rischio carestia a granaio di tutto il Paese”. Marco ha poi aggiunto che il governo della contea di Makueni ha anche messo da parte un fondo di 25 milioni di scellini keniani (250 mila euro) per elargire prestiti a basso tasso d'interesse a giovani, donne, disabili intenzionati ad avviare un’attività autonoma.

Secondo Geoffrey Kironchi, docente dell'Università di Nairobi, l'ateneo ha donato parte dei 1.200 acri di terra e serre di sua proprietà ubicati nella regione di Kibwezi ai giovani, affinché potessero iniziare a irrigarli e a coltivare ortaggi. A suo avviso il piano potrebbe essere la chiave per riavvicinare i giovani all'agricoltura. “La nostra gioventù non è più attratta dall'agricoltura, nonostante il settore sia pieno di opportunità. Dobbiamo tutti mangiare ogni giorno. Attualmente, esistono un vasto spreco e una distribuzione impari del cibo. Mentre alcune parti del Paese hanno abbondante disponibilità di cibo tutto l'anno, altre lottano costantemente contro carestie e fame”.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
INDONESIA

Sisma di 6.5 a Giava: morti e crolli

L'epicentro a 92 km dalla superficie: panico e gente in strada. Non è ancora chiara l'entità dei danni
No Tav da Eataly - © Il Giornale
MILANO

Assalto No Tav contro Eataly

50 attivisti spintonano i camerieri e urlano: "Studiare e lavorare è un ricatto"
La Suprema Corte australiana
AUSTRALIA

Rapporto sulla pedofilia, "una tragedia nazionale"

Presentate 409 raccomandazioni tra cui quella di rivedere il segreto della confessione e il celibato dei preti
Joe Biden
AUDIZIONI AL COPASIR

"Nessuna ingerenza russa": 007 italiani smentiscono Biden

L'ex vicepresidente Usa parlava di interferenze nella campagna per il referendum costituzionale
Assemblea regionale siciliana
PRESIDENZIALI ARS

Deficit di un voto, Micciché sfiora la nomina

Doppia fumata nera: rinviata a domani l'elezione del presidente dell'Assemblea siciliana
Calcio, Italia vs Spagna
MONDIALI RUSSIA 2018

Fuori la Spagna, dentro l'Italia

Per la Fifa le ingerenze del governo spagnolo possono essere sanzionate con l'esclusione della Roja dalla fase finale del...
Shopping natalizio per le vie di Milano
NATALE | COLDIRETTI

Il 39% degli italiani spenderà la tredicesima in regali

Ogni famiglia spenderà in media 528 euro tra cibo, viaggi e divertimento
Turista al Colosseo
MIBACT

Al via Passeggiate Fotografiche Romane

Dal 15 al 17 dicembre lungo 5 percorsi capitolini