MERCOLEDÌ 29 APRILE 2015, 18:45, IN TERRIS

ISLANDA: DA OGGI E' VIETATO UCCIDERE I BASCHI

La legge, forse dimenticata, è entrata in vigore nel 1615, ma non era mai stata abolita

CLAUDIA GENNARI
ISLANDA: DA OGGI E' VIETATO UCCIDERE I BASCHI
ISLANDA: DA OGGI E' VIETATO UCCIDERE I BASCHI
L’Islanda ha stabilito di compiere un gesto distensivo: da oggi proibisce di uccidere i baschi, letteralmente. Infatti, nell’isola dell’Atlantico una legge in vigore da 400 anni e finora mai abolita – di cui nessuno fortunatamente ha approfittato – consentiva di uccidere gli stranieri, sicuramente non si è intervenuti prima perché era caduta nel dimenticatoio. Il codice penale del paese era stato modificato in fretta e furia nel 1615, quando un gruppo di pescatori di balene provenienti dai Paesi Baschi era approdato sulle sponde dell’isola, in seguito a cattive condizioni dell’oceano. Gli islandesi, però equivocarono, scambiando i naufraghi per invasori e la decisione del governatore Ari Magnusson fu spietata: 32 condanne a morte, per quello che è rimasto l’eccidio più grave della storia del Paese.

Per dare una copertura legale alla strage, fu decretata una legge che consentiva l’assassinio degli uomini provenienti dal Golfo di Biscaglia. Trascorsi ormai 400 anni, la regione dei fiordi ha deciso di riconciliarsi con le vittime di allora, abolendo quella norma assurda, “peraltro non costituzionale, visto che l’omicidio è vietato” aggiungono gli islandesi.

 La storia è stata rievocata in un evento durato cinque giorni organizzato dal governo islandese a dalla provincia di San Sebastian, durante il quale i baschi per la prima volta hanno rimesso piede in quella terra così ostile. Il culmine si è avuto con la stretta di mano tra il discendente di una vittima, Xabier Irujo, e quello degli assassini, Magnus Raffnson. “Oggi siete al sicuro qui”, ha detto agli ospiti il commissario del distretto di Holmavik. I baschi sì, le balene ancora no.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Il Papa incontra Acr
AZIONE CATTOLICA RAGAZZI

Il Papa: "Fissate l'obiettivo sulle periferie"

Udienza del Pontefice ad Acr: "Siate buoni fotografi della realtà che vi circonda"
Il cardinale Camillo Ruini
BIOTESTAMENTO

Card. Ruini: “Così si apre all’eutanasia”

Il porporato intervistato su Repubblica
I coniugi Sherman
TORONTO

Trovato morto il "re" del farmaco generico

Le condoglianze del premier Trudeau
Paolo Gentiloni e Maria Elena Boschi in una foto d'archivio
BRUXELLES

Gentiloni difende il ministro Boschi

Il premier: "Ha chiarito, sarà candidata Pd"
Rahul Gandhi
INDIA

Rahul Gandhi è il leader del Partito del Congresso

Nipote di Indira, succede alla madre, l'italo-indiana Sonia
Il Muro del Pianto
GERUSALEMME

La Casa Bianca: "Il Muro del Pianto è parte di Israele"

Fonti dell'amministrazione: "Impensabile uno scenario diverso". Scontri e morti nella regione