LUNEDÌ 20 LUGLIO 2015, 17:00, IN TERRIS

#IOMANGIOSANO, LA PETIZIONE DI ACTIONAID, CITTADINANZATTIVA E SLOW FOOD SUL CIBO A SCUOLA

Indirizzata al Governo Renzi, chiede di rivedere le “Linee di indirizzo per la Ristorazione Scolastica”

MILENA CASTIGLI
#IOMANGIOSANO, LA PETIZIONE DI ACTIONAID, CITTADINANZATTIVA E SLOW FOOD SUL CIBO A SCUOLA
#IOMANGIOSANO, LA PETIZIONE DI ACTIONAID, CITTADINANZATTIVA E SLOW FOOD SUL CIBO A SCUOLA
Una petizione per chiedere al Presidente del Consiglio Matteo Renzi di rivedere le “Linee di indirizzo per la Ristorazione Scolastica” entro il 31 ottobre 2015, data di chiusura di Expo 2015 e di promuovere un quadro di riferimento nazionale che orienti il mercato della ristorazione scolastica verso scelte sostenibili e responsabili. È questa la richiesta di tre onlus da sempre impegnate nella buona pratica alimentare e nel sociale: ActionAid, Cittadinanzattiva e Slow Food Italia.

Secondo i tre enti non profit, uniti nell’alleanza “Italia Sveglia”, la ristorazione scolastica è un servizio essenziale che coinvolge studenti, insegnanti, famiglie, autorità locali e nazionali, le aziende fornitrici e i produttori. Un business da circa 1,3 miliardi di euro: 380 milioni di pasti l’anno per 2 milioni e mezzo di utenti. “Oggi quando parliamo di ristorazione scolastica”, spiegano i promotori della campagna, “non si può evitare di affrontare questioni come l’educazione all’alimentazione e al consumo sostenibile e consapevole, la partecipazione dei soggetti alla definizione e revisione del servizio, la trasparenza degli appalti, la lotta agli sprechi alimentari e non”.

Nel quadro di Expo e della Carta di Milano, ActionAid, Cittadinanzattiva e Slow Food Italia si sono uniti nella petizione denominata #iomangiosano al fine di costruire un quadro di riferimento nazionale verso scelte responsabili che promuovano un sistema agro-alimentare sostenibile che tenga conto di questi elementi: l’utilizzo di prodotti locali e sani per i cittadini e l’ambiente; il rispetto di lavoratori, ambiente e consumatori; la partecipazione di genitori e alunni alla definizione del servizio; la trasparenza delle gare di appalto e la riduzione degli sprechi e dei rifiuti. Il testo completo della petizione indirizzata al Presidente Renzi è consultabile nei siti delle onlus.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Pesante sentenza di condanna per un giovane marocchino
TORINO

Sei anni al jihadista "della porta accanto"

Marocchino condannato per terrorismo
Il procuratore Verzera
CATANIA

Anziane sorelle massacrate in casa

Uccise a coltellate. Si segue la pista della rapina
Miliziani dell'Isis
GENOVA

Istigazione al terrorismo, tunisino indagato

Sulla sua pagina Facebook foto e video inneggianti all'Isis
Senato
BIOTESTAMENTO

Si va verso l'approvazione della legge

Passano i primi articoli. Centro Studi Livatino: "Sigillo funesto a un Paese che sta scomparendo"
Arte sacra, Calabria
ARTE SACRA

La Calabria della fede raccontata in un libro

Il volume raccoglie 173 santuari in altrettante schede con contenuti iconografici, bibliografici e archivistici
Il ciclista Chris Froome
CICLISMO

Chris Froome positivo al doping

Trovate tracce superiori al consentito di salbutamolo. Ad annunciarlo l'Uci
Il logo di Confindustria
CONFINDUSTRIA

"Il Pil cresce, Italia al bivio dopo il voto"

Il Centro studi rivede al rialzo le stime del 2018 ma avverte: "C'è il rischio arretramento"
Recep Tayyip Erdogan
CAOS GERUSALEMME

Erdogan al vetriolo: "Israele terrorista"

Il presidente turco apre il vertice dell'Oic: "La Città santa sia capitale della Palestina"