MARTEDÌ 23 GIUGNO 2015, 11:25, IN TERRIS

INVASIONE HACKER: NEL 2014 ALMENO 18 MILIONI I DATI RUBATI

Le informazioni riguardano i dipendenti federali, le loro valutazioni, le missioni in cui sono impegnati e anche quelle dei loro nuclei familiari

EDITH DRISCOLL
INVASIONE HACKER: NEL 2014 ALMENO 18 MILIONI I DATI RUBATI
INVASIONE HACKER: NEL 2014 ALMENO 18 MILIONI I DATI RUBATI
Non sono solo 4,2 milioni i dati appartenenti a dipendenti del governo statunitense, ma come riferisce la Cnn in realtà la situazione sarebbe ben più grave. Come ha riferito il direttore dell'Fbi, James Comey, durante un'audizione a porte chiuse al Senato, i dati sensibili compromessi dagli hacker sarebbero 18 milioni. Un dato allucinante, che se venisse confermato rappresenterebbe il cyber attacco più vasto mai subito da uno Stato, inoltre, il dato sembra essere destinato ad aumentare mano a mano che le indagini sulla violazione dei computer dell'amministrazione americana proseguono.

Gli hacker - le autorità statunitensi pensano che siano cinesi - hanno violato un database governativo usato per i controlli di sicurezza sui dipendenti (fedina penale pulita, casellario giudiziale....). Inoltre in quel database per garantire che i dipendenti federali non abbiano precedenti penali o ricattabili per debiti, vengono custodite anche informazioni sui loro familiari. Quindi i dati trafugati potrebbero interessare anche interi nuclei familiari.

Inoltre potrebbero essere state compromesse informazioni che riguardano gli incarichi dei dipendenti, le valutazioni delle loro prestazioni, dettagli su training e formazione, con conseguenze anche per il personale impiegato nelle diverse agenzie federali, anche quelli del dipartimento di Stato e per la sicurezza interna.

 
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Il logo di Confindustria
CONFINDUSTRIA

"Il Pil cresce, Italia al bivio dopo il voto"

Il Centro studi rivede al rialzo le stime del 2018 ma avverte: "C'è il rischio arretramento"
Dia
CAMORRA

Arrestate quattro donne nel napoletano

L'indizio nei loro confronti è di delitto di ricettazione aggravata
Donna abusata

Stupri: chi non condanna è complice

Un nuovo efferato stupro ai danni di una donna italiana. Legata con filo telefonico, è stata violentata ad Asti...
Rex Tillerson
CRISI COREANA

Tillerson apre a Pyongyang

Il segretario di Stato: "Disponibili a colloqui ma serve un periodo di tranquillità"
IMPRESA SFIORATA

Pordenone eroico: all'Inter servono i rigori

Nerazzurri bloccati sullo 0-0 ma ai quarti dopo i penalty. Gli ospiti di Serie C colpiscono anche un palo
Masiello esulta dopo il gol-vittoria
CALCIO | SERIE A

Genoa, Marassi stregato: l'Atalanta passa 1-2

Ilicic e Masiello ribaltano Bertolacci. Altro k.o. interno per il Grifone, il primo per Ballardini.
Corte costituzionale
LEGGE ELETTORALE

Rosatellum, la Corte costituzionale boccia i ricorsi

Palazzo della Consulta giudica "inammissibili i conflitti di attribuzione tra poteri dello Stato
Ryanair
LA MOBILITAZIONE

Ryanair, altolà ai dipendenti: "Sanzioni se scioperate"

Lettera del capo del personale ai piloti italiani: "Attenetevi ai turni previsti"