MERCOLEDÌ 03 AGOSTO 2016, 000:05, IN TERRIS

IL "CIBO SPAZZATURA" PROVOCA GRAVI DANNI AL FEGATO DEI BAMBINI

Mangiare troppi grassi e zuccheri porta alla steatosi epatica non alcolica e della steatoepatite non alcolica

MILENA CASTIGLI
IL
IL "CIBO SPAZZATURA" PROVOCA GRAVI DANNI AL FEGATO DEI BAMBINI
Il junk food (o “cibo spazzatura”) provoca gravi danni al fegato, in particolar modo in quello dei bambini. Con una dieta a base di zuccheri e grassi, è infatti in agguato l'insorgenza della sindrome metabolica, con le relative implicazioni a carico del fegato che non è più in grado di smaltire l'eccesso di grasso. E' il risultato di una ricerca che analizza la cattiva alimentazione e le conseguenze patologiche dell'obesità infantile. Lo studio è stato condotto dalla Fondazione italiana fegato (Fif) nei laboratori dell'Area Science Park di Trieste ed è stato pubblicato sulla rivista scientifica multidisciplinare "Plos One".

I risultati sono il frutto delle ricerche condotte su roditori. Lo studio è consistito nell'alimentare sei topi con una dieta ad alta percentuale di grassi e aggiunta di fruttosio nell'acqua, cominciata subito dopo lo svezzamento (che coincide con i tre anni umani) e proseguita per 16 settimane, fino all'età adulta (30 anni umani).

Le conseguenze sono state evidenti: il 100% dei soggetti di entrambi i sessi ha sviluppato la steatosi epatica in quattro settimane e un certo grado di fibrosi ("cicatrici") in otto settimane, con l'86% dei maschi e il 15% delle femmine con fibrosi di stadio 2 (il "punto di non ritorno") in sedici settimane.

I ricercatori del Fif hanno sviluppato un modello che riproduce l'insorgenza della sindrome metabolica in età infantile con le sue implicazioni a carico del fegato, le cui cellule a un certo punto non sono più in grado di smaltire l'eccesso di grasso. Il risultato è il manifestarsi della steatosi epatica non alcolica (Nafld) e della steatoepatite non alcolica (Nash). Inoltre, si è riscontrato che - nell'età pediatrica - la progressione della malattia è più veloce, con prognosi generalmente più grave rispetto agli adulti.

"Considerando che l'obesità infantile è in esplosione anche da noi - commenta il professor Claudio Tiribelli, direttore della Fondazione Italiana Fegato e tra gli autori del paper - e che il danno al fegato da sindrome metabolica diventerà nei prossimi anni la principale causa di trapianto, il modello sarà un'ottima piattaforma per studiare i meccanismi che portano al danno, capire le differenze maschio/femmina e testare farmaci e nuovi approcci diagnostici".
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Esempi di colture in una 'serra marziana' (fonte: Enea)
HORTEXTREME

Il primo "orto marziano" è Made in Italy

Ben 4 le prime verdure consegnate al Forum spaziale austriaco
 Rebecca Dykes, la vittima
LIBANO

Giallo sulla morte di una diplomatica britannica

Il cadavere della donna è stato rinvenuto lungo un'autostrada. E' stata strangolata
Igor il
SPAGNA

La confessione di Igor il "russo"

Ammessi i fatti contestati: usate 18 identità. Il killer ha accettato l'estradizione in Italia
Mattarella e il Papa
BUON COMPLEANNO FRANCESCO

Mattarella: "Auguri da tutti gli italiani"

Il Capo dello Stato: "Ha posto l'attenzione su persona e famiglia". Lo Judice: "Esempio per i giovani"
La locandina del film
STAR WARS

Il lato Chiaro e quello Oscuro de "Gli Ultimi Jedi"

Scelte coraggiose e azzardi, poesia ed errori pericolosi. Cosa pensiamo di Episodio VIII (SPOILER)
Il Pentagono
USA

Il Pentagono: abbiamo indagato sugli Ufo

Il programma è stato avviato nel 2007 e interrotto 5 anni fa per il blocco dei fondi