Google investe nelle digital skills: 10 mila borse di studio per programmatori Android

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:05

Una nuova mission per Google, il motore di ricerca più utilizzato al mondo: finanziare, per il 2017, 10 mila borse di studio, da destinare agli sviluppatori Android in Europa. Un obiettivo condiviso con la multinazionale tedesca Bertelesmann, tra le maggiori aziende multimediali del mondo, e il provider e-learning Udacity, mirato a “digitalizzare” il Vecchio continente nell’ambito della programmazione di dispositivi mobili, tentando, fin dove possibile, di colmare il gap di competenza tecnologica con il resto del mondo.

Al giorno d’oggi, è assolutamente palese il ruolo fondamentale giocato dai dispositivi digitali nella vita quotidiana delle persone come, del resto, in quella professionale. Proprio tale aspetto, negli ultimi anni, ha meritato una particolare attenzione poiché, secondo quanto emerso dalle previsioni sullo sviluppo tecnologico in corso in Europa, il necessario rinnovarsi di un aggiornamento mirato non risulta proporzionale al mutamento delle competenze richieste. In sostanza, la preparazione tecnica dei programmatori continua a restare indietro di qualche passo rispetto a quanto richiesto dal progredire del settore.

Ed è proprio in questo senso che si inserisce il programma tripartito dai marchi in questione: consentire a chiunque voglia intraprendere una carriera “in rete”, e a coloro che già hanno intrapreso un percorso simile, di usufruire dei migliori corsi di formazione nell’ambito dei dispositivi mobili. Non va dimenticato che l’economia digitale rappresenta, già da diversi anni, un settore dalle infinite possibilità di sviluppo. Le percentuali stimate sull’utilizzo quotidiano di tali apparecchiature, già di per sé, rende l’idea di quanto questo brand possa influire se indirizzato nella giusta direzione da un’apposita formazione per giovani programmatori i quali, molto spesso, risultano essere degli autodidatti (secondo uno studio della piattaforma Stackoverflow, addirittura il 42%).

Saranno in tutto 9 mila le borse di studio per un corso “Android basics”, destinate quindi agli aspiranti programmatori; altre mille, verranno finanziate per un “Associate android developer fast track”, previsto per coloro già avviati su un percorso di programmazione digitale.

In Europa, sono già oltre 1 milione (1,3), gli sviluppatori che hanno intrapreso con successo una carriera nelle digital skills. L’opportunità concessa dalle tre aziende, rappresenterà un’importante possibilità di aggiornamento e incoraggiamento in tal senso, indirizzando in particolar modo i più giovani, a un uso corretto e proficuo di quei mezzi diventati parte integrante della vita sociale contemporanea. La richiesta per una borsa di studio potrà essere inoltrata fino al prossimo 18 dicembre.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.