MERCOLEDÌ 15 APRILE 2015, 002:00, IN TERRIS

GIAPPONE: I GIUDICI STOPPANO ABE SULLA CENTRALE NUCLEARE DI TAKAHAMA

Accolte le richieste degli abitanti: l'impianto non sarà riattivato. Il premier spinge ancora per l'energia nucleare

FRANCESCO VOLPI
GIAPPONE: I GIUDICI STOPPANO ABE SULLA CENTRALE NUCLEARE DI TAKAHAMA
GIAPPONE: I GIUDICI STOPPANO ABE SULLA CENTRALE NUCLEARE DI TAKAHAMA
Il Giappone non vuole ripetere l'errore di Fukushima. Così ieri il tribunale distrettuale di Fukui ha accolto le richieste degli abitanti della prefettura di Fukui, a ovest di Tokyo, e deciso di non riavviare i due reattori della centrale nucleare di Takahama. L'impianto aveva già ottenuto l'approvazione dell'autorità di controllo nucleare, ma i residenti locali hanno chiesto alla giustizia giapponese di intervenire, presentando un'ingiunzione nella quale sostenevano che i reattori numero 3 e numero 4 gestiti dalla Kansai Electric Power non avrebbero sopportato un forte terremoto e che, in caso si fosse verificato un sisma, non erano state stabilite misure credibili di evacuazione. Un'opinione condivisa dalla Corte che ha definito la società troppo ottimista nel supporre che un forte terremoto non avrebbe colpito la regione e che ha criticato le nuove norme di sicurezza imposte dall'Autorità nucleare (Nra) dopo il disastro di Fukushima giudicandole "prive di razionalità". La Kansai Electric ha comunque annunciato che sta considerando la possibilità di ricorrere in appello.

La sentenza è un duro colpo per la politica del premier Shinzo Abe, che spinge per la riattivazione della produzione elettrica con l'atomo, ferma dopo il terremoto e lo tsunami del 2011. Prima dell'incidente, circa il 30% della produzione elettrica era generata dal nucleare. Ora, con tutti e 48 i reattori atomici fermi in via cautelativa, il Giappone è costretto ad importare combustibili fossili costosi per compensare il deficit di potenza. In totale i reattori che avevano ricevuto il via libera della commissione incaricata di verificarne la sicurezza erano quattro. Oltre a quella di Takahama, l'ok per il riavvio era stato dato per l'impianto nucleare di Sendai, nella prefettura di Kagoshima. I reattori dovrebbero diventare operativi entro l'anno, ma anche questo caso si attende la decisione dell'autorità giudiziaria.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Luigi Di Maio
FESTIVITÀ

Negozi chiusi a Natale,
Di Maio: "Famiglie più felici"

Il candidato premier torna sulla proposta di legge di Dell'Orco: "Tutti hanno diritto al riposo"
Incendio alla Grenfell Tower di Londra
INCENDIO ALLA GRENFELL TOWER

Al via inchiesta a 6 mesi dalla strage

Il 14 giugno, 71 persone sono morte nel rogo divampato nell'edificio popolare di 24 piani
Uno scatto della mostra
FOTOGRAFIA

Il Salento di inizio '900 negli scatti di Palumbo

Al Museo delle Arti e delle Tradizioni Popolari di Roma la mostra "Visioni del Sud"
Incendi in California
INCENDI IN CALIFORNIA

In fiamme un'area più grande di New York

L'incendio, ormai esteso per circa 700 chilometri quadrati, è divampato lo scorso 4 dicembre
L'intervento dei Vigili del Fuoco al Port Authority Bus Terminal di New York
VIDEO

Il momento dell'esplosione al Port Authority di New York

Le immagini della deflagrazione riprese dalle telecamere di sicurezza del tunnel
Minore sul web
PEDOPORNOGRAFIA

Il 53% delle vittime ha 10 anni o meno

L'allarme è contenuto nell'ultimo rapporto dell'Unicef su web e minori
Le urne del sorteggio di Champions League
CHAMPIONS LEAGUE

Agli ottavi sarà Juve-Tottenham e Shakhtar-Roma

Real Madrid vs Paris Saint Germain e Chelsea vs Barcellona i big match
Incidente stradale a Lecce
OMICIDIO STRADALE

Ubriaco al volante travolge uno scooter: un morto

Il conducente della Bmw 320 è un 35enne di nazionalità bulgara